Crescente di “Patto Per Capodrise” inaugura il comitato di via Santa Croce

 4

CAPODRISE. #EntusiasmoCrescente! Ieri pomeriggio (26 maggio), Angelo Crescente, candidato a sindaco della lista n.1 “Patto Per Capodrise”, al civico 41 di via Santa Croce, ha inaugurato il comitato elettorale promosso dai candidati alla carica di consigliere comunale Antonella Marotta Lunato e Giuseppe Montebuglio. A tagliare il nastro, oltre al leader di “Patto Per Capodrise”, c’erano, per l’appunto, Montebuglio e Marotta Lunato, poi Angelo Andrea Cecere, Teresa Marcella Alberico, Luisa D’Angelo, Antonella Marotta Lunato, Maria Giuseppa Pero, Anna Romano, Federico Abussi, Michele Di Paolo, Tommaso Fattopace, Giuseppe Montebuglio, Vincenzo Negro e Agostino Russo. Alla cerimonia hanno partecipato tanti giovani, tante famiglie, nell’ormai consueta atmosfera di festa che sta contraddistinguendo la campagna elettorale di “Patto Per Capodrise”. Crescente, nel ringraziare i presenti, ha affrontato il tema del rilancio del commercio. «Intendo promuovere la nascita di un “Centro commerciale naturale” – ha spiegato il candidato a sindaco –, ossia l’aggregazione, ognuno con la propria indipendenza, degli esercizi commerciali che operano sul territorio. L’obiettivo è di valorizzare il rapporto umano e accrescere la fiducia del cittadino-cliente. Il progetto potrà partire in via sperimentale in alcune strade della città e poi estendersi a tutti i quartieri». Collegata al “Centro commerciale naturale” o come progetto autonomo, “Patto Per Capodrise” istituirà una “Shop card”: tutte le attività commerciali e di servizi, sia artigianali, commerciali che professionali, potranno convenzionarsi a una “rete di convenienza” e riservare sconti dedicati ai cittadini o a categorie specifiche. L’obiettivo è far risparmiare il cittadino e stimolare il commercio. Per saperne di più: www.angelocrescente.it.

 

Capodrise, 27 maggio 2016

 

Ufficio stampa e comunicazione

Gianluca Montebuglio

 

1

2

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *