Diciamo addio a PIERO ANGELA.

E così anche per Piero Angela è arrivato il giorno dell’addio.

Saranno celebrati domani 16 agosto funerali di Piero Angela, il divulgatore scientifico morto all’età di 93 anni nella giornata di sabato 13 agosto. Saranno preceduti dalla camera ardente, che sarà allestita in Campidoglio a partire dalle ore 11,30.

Piero Angela, martedì i funerali laici

Saranno rigorosamente laici i funerali di Piero Angela, morto a Roma all’età di 93 anni. Una cerimonia alla quale si prevede che parteciperanno migliaia di persone. Piero Angela era molto amato in tutto il Paese, volto popolarissimo per intere generazioni di italiani che ha contribuito ad avvicinare al mondo della cultura e della scienza, con trasmissioni entrate nella storia della Rai come Quark, il Mondo di Quark e Super Quark. Indimenticabili le stagioni dedicate al corpo umano, all’universo e alla vita degli animali, ancora oggi studiare nelle scuole.

L’ultimo messaggio di Piero Angela: il necrologio

È stato il figlio Alberto, anche lui divulgatore scientifico, a darne notizia con un post pubblicato su Facebook. Sappiamo che ha anche lasciato un ultimo messaggio.

Solo ora è stato resto noto quanto aveva scritto. Queste, le sue parole«Cari amici, mi spiace non essere più con voi dopo 70 anni assieme. Ma anche la natura ha i suoi ritmi. Sono stati anni per me molto stimolanti che mi hanno portato a conoscere il mondo e la natura umana. Soprattutto ho avuto la fortuna di conoscere gente che mi ha aiutato a realizzare quello che ogni uomo vorrebbe scoprire. Grazie alla scienza e a un metodo che permette di affrontare i problemi in modo razionale ma al tempo stesso umano.

Malgrado una lunga malattia sono riuscito a portare a termine tutte le mie trasmissioni e i miei progetti (persino una piccola soddisfazione: un disco di jazz al pianoforte…). Ma anche, sedici puntate dedicate alla scuola sui problemi dell’ambiente e dell’energia. È stata un’avventura straordinaria, vissuta intensamente e resa possibile grazie alla collaborazione di un grande gruppo di autori, collaboratori, tecnici e scienziati. A mia volta, ho cercato di raccontare quello che ho imparato. Carissimi tutti, penso di aver fatto la mia parte. Cercate di fare anche voi la vostra per questo nostro difficile Paese. Un grande abbraccio Piero Angela».

Piero Angela: Divulgatore scientifico, scrittore, giornalista e conduttore
Nascita: Torino il 22/12/1928data morte il 13/08/2022
E’stato uno dei volti più conosciuti della televisione legato all’informazione scientifica. La sua attività di divulgatore inizia infatti nella Rai degli anni ’50, quando diviene cronista per il Giornale Radio ed in seguito corrispondente e conduttore per il Telegiornale. Primo a sedere sulla poltrona del TG2, Piero Angela si avvicina al genere documentaristico alla fine del ’68, realizzandone uno dedicato al progetto “Apollo”. A seguire conduce moltissime trasmissioni di divulgazione scientifica come “Destinazione Uomo” nei primi anni ’70 e “Da zero a tre anni”. All’inizio degli anni ’80 porta in tv il format Quark che tratta l’argomento scienza in una maniera inedita, rendendolo comprensibile al pubblico grazie all’uso di un linguaggio semplice e chiaro. Si cimenta poi nella conduzione di un talk-show da lui ideato in cui importanti esponenti del mondo culturale interagiscono con il pubblico in studio. Nel ’95 torna in televisione con il programma Superquark e cinque anni più tardi, insieme al figlio Alberto, conduce Ulisse, trasmissione dedicata alle più importanti scoperte scientifiche. Pubblica all’incirca trenta volumi, fonda nel 2001 il mensile Quark di breve durata e collabora con TV Sorrisi e Canzoni con la rubrica “Scienza e società”. Scompare all’età di 93 anni dopo una lunga malattia.

Qualche anno fa ho letto un suo famoso libro che mi è piaciuto moltissimo, ossia:

Ti amerò per sempre

Cos’è l’amore? Cosa succede nel nostro cervello quando ci innamoriamo? Cosa ci attrae? Queste sono solo alcune delle numerose domande che da tempo l’uomo si è posto per capire come viene scelta la compagna della propria vita.

Cos’è l’amore? Cosa succede nel nostro cervello quando ci innamoriamo? Cosa ci attrae? Queste sono solo alcune delle numerose domande che da tempo l’uomo si è posto per capire come viene scelta la compagna della propria vita, anche se fino ad oggi forse non vi erano risposte scientificamente provate ma solo supposizioni.

In questo libro, Piero Angela racconta tutto quello che la ricerca scientifica ha scoperto sull’amore, in particolare esplora i misteri dell’attrazione, dell’innamoramento, del desiderio sessuale e dell’attaccamento al proprio partner, il tutto rivelato descrivendo gli incredibili esperimenti fatti su campioni opportunamente scelti di individui e con risultati davvero sorprendenti ed impensati, che sicuramente fanno riflettere.

Anche l’interpretazione della bellezza segue dei rigidi schemi matematici, in cui la simmetria e le proporzioni sono fondamentali per ben predisporre l’altro sesso ad un approccio deciso, a cui seguirà poi una fase più o mena lunga di corteggiamento.
Ogni aspetto dell’amore è studiato anche da un punto di vista biologico, evoluzionistico e biochimico, il lettore non si dovrà quindi stupire di trovare accenni alla dinamica degli ormoni oppure paragoni con il regno animale.

Nella seconda parte del libro “Ti amerò per sempre” (Mondadori Editore, 2005) è dato ampio spazio alle successive emozioni collegate all’amore, quali la gelosia, il tradimento, i litigi ed il rapporto di coppia, inoltre viene evidenziato il fatto che l’affievolimento dei rapporti amorosi quasi sempre è dovuto al deteriorarsi dei rapporti personali e molto spesso questa incompatibilità caratteriale è semplicemente il frutto di un’incapacità a capire le esigenze dell’altro. In questo senso la coppia felice è quella che “fa un gioco di squadra”, immedesimandosi nel partner, comprendendo le sue ragioni e trovando ogni volta la soluzione adatta. L’amore è il ciclo della vita e, nonostante tutte le spiegazioni scientifiche che ad esso si vogliano dare, anche secondo l’autore resterà sempre misterioso ed magico.


0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *