Domani 16 dicembre “La vita è facile ad occhi chiusi” di David Trueba

Al cinema/teatro Ricciardi di Capua: il cinema d'autore

Tutti i mercoledì al cinema/teatro Ricciardi di Capua
IL CINEMA D’AUTORE
“QUELLI CHE IL CINEMA DI MERCOLEDÌ”

una selezione di film curata in collaborazione con la Cineteca di Bologna, l’associazione CasertaFilmLab e Ex Libris di Palazzo Lanza.

Domani, mercoledì 16 dicembre ore 20.30

LA VITA È FACILE
AD OCCHI CHIUSI
di David Trueba

Il film pluripremiato al Premio Goya 2014 s’ispira all’incredibile e commovente storia vera di Juan Carrión, un professore d’inglese che effettivamente incontrò John Lennon sul set in Almeria.

Nel 1966, Almería (Andalusia) era un luogo molto frequentato dal cinema. Ed è proprio in quell’anno che, a girarvi un film, c’era anche John Lennon.
In un momento di crisi col resto dei Beatles e anche con la moglie Cynthia, sempre più preso da droghe varie, Lennon era sul set di Come ho vinto la guerra di Richard Lester, e stava meditando di abbandonare la musica per la recitazione. Eppure, fu mentre era su quel set che il musicista iniziò a comporre quella che sarebbe diventata “Strawberry Fields Forever”.
Mentre era su quel set Lennon ricevette la visita inaspettata di un insegnante d’inglese spagnolo di nome Juan Carrión Gañán, che utilizzava le canzoni dei quattro di Liverpool per fare lezione ai suoi allievi, e che voleva incontrare il suo mito con la scusa di chiedergli di completare le trascrizioni dei testi delle canzoni fatte in classe. Non solo John accettò d’incontrare l’uomo e di controllare i testi ma, da quel momento in avanti, i Beatles (che non si sciolsero se non quattro anni dopo) inserirono sempre i testi dei brani nei loro dischi, presto imitati da moltissimi altri gruppi. Questo aneddoto, sicuramente poco noto, meritava di essere raccontato, e bene ha quindi fatto David Trueba a scrivere e girare La vita è facile ad occhi chiusi, che proprio da un verso di “Strawberry Fields Forever” prende il titolo.

L’iniziativa “Quelli che il cinema di mercoledì” prevede che, con l’acquisto di una tessera prepagata di 15 euro, si ha diritto alla visione di 4 film d’autore al prezzo di tre, spendibile in qualsiasi mercoledì della stagione cinematografica al Ricciardi. La visione del film, senza l’acquisto della tessera, avrà un costo di 5.00 euro come tutti i film programmati per il resto della settimana.
I possessori della tessera Caserta film Lab pagheranno, il mercoledì, 4.00 euro.

“Restituire lo storico Teatro Ricciardi alla città – ha spiegato Gianmaria Modugno del teatro/cinema Ricciardi – significa anche recuperarlo nella sua funzione principale, quella di fulcro aggregativo dove incontrarsi per condividere la bellezza dell’espressione artistica in scena. Gli appuntamenti del mercoledì, così come tutte le altre iniziative da noi proposte, vogliono essere momenti d’incontro per il pubblico in un clima familiare e intimo. Ad attenderli, appuntamenti di qualità resi possibili grazie alla collaborazione di realtà associative consolidate che al Ricciardi di Capua hanno fatto squadra”.

Ufficio stampa
Mariamichela Formisano

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *