E-government, il progetto Copernico schiude le porte alla Provincia 3.0

Aula consiliare gremita questa mattina, lunedì 30 novembre, per la presentazione del progetto Copernico, la piattaforma di e-government realizzata dal consorzio Cst Terra di Lavoro e che ha visto l’adesione di ben trentadue comuni. Ha aperto i lavori il consigliere provinciale Stefano Giaquinto che, nell’occasione, ha rappresentato il presidente Angelo Di Costanzo. «L’informatizzazione della macchina amministrativa rappresenta un obiettivo al quale si sta lavorando ormai da quattro anni – ha sottolineato Giaquinto – l’amministrazione Di Costanzo ha intenzione di continuare a perseguire questo obiettivo mettendo in campo tutti gli strumenti che ha a disposizione. Diventa indispensabile per la pubblica amministrazione rendere i servizi moderni e al passo con le nuove tecnologie. E’ una sfida che come Provincia abbiamo raccolto e, per questa ragione intendiamo esercitare al meglio la nostra funzione di raccordo». Ad portare la discussione nel vivo ci pensa il coordinatore del progetto Copernico Giulio Salzillo. «Ammodernare i servizi dei piccoli comuni significa migliorare la qualità dei servizi che sono in grado di offrire – ha spiegato Salzillo – dobbiamo puntare ad una Provincia 3.0 che sappia essere al passo con i tempi. Con il progetto Copernico abbiamo migliorato il sistema hardware e software proprio per avere dei servizi per le amministrazioni efficientissimi. In quest’ottica sono stati messi in rete tutti i Comuni del Cst». A presentare la scheda tecnica del progetto Copernico è stato invece l’ingegnere Parrella che ha illustrato tutti i servizi che è in grado di garantire tale piattaforma. «Dall’anagrafe ai servizi cimiteriali – ha spiegato – è possibile gestire tutto in maniera telematica. Attraverso il sistema che è stato realizzato non è più necessario fare code agli uffici per ritirare documenti. E’ sufficiente scaricarli dalla scrivania del proprio computer per poterli avere con i contribuenti che vanno a risparmiare anche le imposte comunali. Copernico consente, poi, di gestire, grazie ad un apposito servizio anche tutto ciò che riguarda le scuole a cominciare dal servizio mensa scolastica. Per i ticket, infatti, non è più necessario fare code, è sufficiente entrare e registrarsi nell’apposita area».

1

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *