Francia, 17 morti per una tempesta in Costa Azzurra. Danni in Toscana

Ci sono anche quattro dispersi. Le autorità: "Poche speranze". Disagi ai trasporti tra Nizza e Cannes, bloccati circa 2.500 italiani sui treni in arrivo da Lourdes: ripartiti nel pomeriggio. Il maltempo si è spostato verso l'Italia: tromba d'aria a Livorno

 

1

Diciassette morti, 4 dispersi. Cinquemila sfollati, 14mila senza elettricità. Allagamenti ovunque, viabilità in tilt, 2.500 pellegrini italiani bloccati per molte ore. Paura e terrore. È emergenza inondazioni sulla Costa Azzurra, in Francia: la tempesta che ha flagellato la zona tra Nizza, Cannes e Antibes al momento ha provocato 17 vittime. In poche ore sono caduti 180 millimetri d’acqua. Il bilancio – provvisorio perché alcune aree non sono state ancora raggiunte – è delle autorità locali del dipartimento delle Alpi Marittime. E per Eric Ciotti, presidente del dipartimento medesimo, ci sono “poche speranze per i dispersi. Molte persone” purtroppo “sono rimaste intrappolate nei garage di casa”. Una “ecatombe” la definisce un’abitante di Biot mentre cerca di lavare via il fango dalla sua vetreria.

PREVISIONI METEO

La parte più ampia della tempesta si è poi diretta a largo, verso l’Italia: la Protezione civile ha emesso un allerta meteo per “fenomeni intensi” soprattutto su Piemonte, Liguria e Toscana, anche se a essere investiti dalle piogge al momento sono le province di Pisa e Firenze.

Renzi: “Massima prudenza”. Della situazione meteo ha parlato il premier Matteo Renzi a In mezz’ora: “Sono in contatto con la nostra protezione civile. Il fenomeno eccezionale avvenuto in Francia pare che si sia già attenuato. Massima prudenza, ma i dati dicono che la situazione è decisamente migliore della Francia”.

L’emergenza in Francia. Tre persone sono morte annegate in un centro anziani a Biot, vicino Antibes: si trovavano al piano terra e sono stati sorpresi da una improvvisa onda d’acqua. A Cannes una donna di 60 anni è stata trovata morta vicino a un parcheggio. Altre tre persone sono state trovate morte a Vallauris-Golfe-Juan in un’automobile sommersa dalle acque all’ingresso di un piccolo tunnel. Una persona è stata trovata morta in un camper ad Antibes mentre si cercavano i corpi di cinque persone nel parcheggio di una tenuta a Mandelieu-la-Napoule. Più tardi, il cadavere di una donna di 31 anni è stato trovato a Grasse: la sua auto è stata trovata nel fiume Frayere.

 

4

A Cannes, alcuni veicoli sono stati spazzati in mare. Centinaia di passeggeri sono bloccati a bordo di treni e numerose strade e autostrade sono completamente allagate a Cannes, Antibes, Mandelieu-la-Napoule, Villeneuve-Loubet e Nizza. All’aeroporto di Nizza fermi circa 500 passeggeri bloccati ai terminal, tra i quali molti britannici e danesi. A Nizza 35.000 abitazioni sono senza elettricità, 14.000 a Cannes. La gara del massimo campionato francese Nizza-Nantes è stata sospesa. In nottata si sono registrati anche saccheggi.

Drammatico il racconto del sindaco di Cannes, David Lisnard, che ha twittato tutta la notte. A mezzanotte parlava di “situazione quasi dantesca”.

Il presidente Francoise Hollande ha espresso la “solidarietà del Paese” e il premier Manuel Valls, oggi in Giappone per una visita ufficiale, ha manifestato ” profonda commozione” e “sostegno alle famiglie colpite dal lutto”.

 

5

Italiani bloccati sui treni. Cinque “treni bianchi” dell’Unitalsi, con a bordo circa 2.500 italiani reduci da un pellegrinaggio a Lourdes, sono stati bloccati per molte ore lungo la linea ferroviaria Francia-Italia a causa dell’alluvione. Nel pomeriggio, attorno alle 17, sono tutti ripartiti con l’ordine di mantenere una “velocità ridotta”.

 

6

I pellegrini – tra i quali numerosi malati, alcuni in lettiga – stanno bene, ha riferito all’Ansa il presidente dell’Unitalsi, Salvatore Pagliuca. Uno dei cinque treni, a bordo dei quali vi è un consistente gruppo di marchigiani è rimasto fermo non lontano dal confine di Ventimiglia, nell’area più colpita dal maltempo; altri due treni sono stati bloccati poco distanti da Tolone, gli altri due in una zona a nord di Marsiglia. “Stiamo tutti bene e ci hanno detto che nel pomeriggio ripartiamo, ha raccontato la presidente dell’Unitalsi della Calabria, Amelia Mazzitelli, a bordo di uno dei treni. “A Tolone sono stati fermati due treni. Uno della Sicilia ed uno della Calabria. A bordo di quello della Calabria abbiamo 450 persone, tra cui bambini e malati. Abbiamo celebrato anche una messa, in segno di ringraziamento”. I pellegrini sottolineano la “massima assistenza” ricevuta dalle autorità francesi.
Emergenza a Ventimiglia. Arrivano dalla Francia i treni dei pellegrini, predisposte strutture d’assistenza. Fuori, è in corso un presidio dei militanti no borders e migranti sgomberati il 30 settembre dal confine.

Cannes, sul treno Unitalsi Marche: “Urgenza di rifornimenti idrici”

Il bollettino della Protezione civile italiana. “Il dipartimento della Protezione civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. L’avviso prevede precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale, su Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia ed Emilia-Romagna, in successiva estensione alla Toscana. Tali fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento”. Timori in Liguria, ma per ora la regione più volte flagellata dal maltempo sembra essere al riparo.

Tromba d’aria a Livorno. La situazione più difficile sembra quella di Livorno dove molte strade sono state allagate dalla forte pioggia caduta in mattinata e una tromba d’aria ha danneggiato alcuni tetti, in particolare il centro della città, nella zona del Mercato centrale. Numerose le chiamate ai vigili del fuoco e protezione civile del Comune che sono dovuti intervenire per allagamenti in diverse strade della città e dei comuni limitrofi (Collesalvetti, Vicarello e Guasticce) e per la messa in sicurezza di tetti colpiti dalla tromba d’aria che ha spazzato via tegole e qualche persiana di alcuni palazzi del centro. Disagi anche sulla superstrada Firenze-Pisa-Livorno con tratti di strada allagati a Collesalvetti, Vicarello e nella zona dell’interporto di Livorno. La superstrada è sempre stata percorribile, anche se in alcuni punti su una sola corsia. Squadre di intervento stanno lavorando sul posto.

 

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *