Giovedì 31 dicembre a partire dalle 23,00 il “Capatanno” scatology#34 al Moses Live Club di Napoli

GIOVEDI’ 31 DICEMBRE ALLE ORE 23.00
INIZIA IL CAPATANNO DEL MOSES LIVE CLUB CON SCATOLOGY#34.
UN MOOD ELETTRONICO DI TENDENZA

Si avvicina a grandi passi la notte di giovedì 31 dicembre. Quella in cui due dimensioni si incontrano e il vecchio anno cede il passo, da galantuomo, all’anno che verrà, ricco di sorprese.

A Capodanno, principio del nuovo anno, non possono mancare: le lenticchie, simbolo di abbondanza e ricchezza, la biancheria intima rossa, un portafortuna ormai divenuto un must, il bacio sotto al vischio e… ScatologyI#34 al Moses Live Club di via Vincenzo Petagna, 15.

Un concentrato di “buona ciorta” che preannuncia un anno fantasmagorico.

Ecco perchè a partire dalle 23.00 (e fino alle 8.00) è in arrivo il “Capatanno” targato Moses e Scatology, che promette, appunto, una capata pazzesca. Cos’è la capata?? A Napoli la capata rappresenta qualcosa di innovativo ed imperdibile, così trascinante da diventare un tormentone. Una botta di vita ed energia da togliere il fiato e scatenare il divertimento.

Due sale, Black and White, pronte a diventare il regno indiscusso della musica elettronica di tendenza, con tutte le sue nuance sonore.

Nella Black Room al mix: Jg Bros b2b, Francesco Monetti, Marco Piedimonte aka Deaf e Dario Giuliani aka JD.

In quella White: Alfredo Petrarca aka AudioAl ed Ale Tale.

Un Capodanno pensato per lasciar scivolare via i cattivi pensieri, le ombre, le paturnie, ed i tormenti esistenziali, la noia della routine, ed aprirsi al nuovo e all’inaspettato, alla speranza ed alle belle novità di cui la musica si fa portavoce.

Nel 2016 porteremo con noi solo ricordi felici ed avremo un obiettivo irrinunciabile: divertirci senza spegnere il cervello e vivere intense emozioni.

Per maggiori info 333 619 4063.

Date un’occhiata alla pagina facebook: https://www.facebook.com/MosesLiveClub/?fref=ts

 

1

2

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *