Gli ex consiglieri chiedono una scelta di campo a Santangelo ed Esposito: la neutralità premia i franchi tiratori che hanno consegnato la città all’ingovernabilità

“Il gruppo che sostiene la candidatura a segretario cittadino del Pd di Maddaloni di Angelo Tenneriello non è una banda. Apprezziamo lo sforzo fatto dall’amico Enzo Santangelo di trovare una soluzione che potesse rappresentare la più ampia condivisione possibile, ma il tentativo è stato vanificato da chi con irresponsabilità continua a voler dividere il partito e disperdere il grande patrimonio che la campagna elettorale ci ha consegnato. C’è bisogno di un partito forte, autorevole, che si candidi a governare i processi e le difficoltà che attanagliano il nostro territorio ed è per questo che abbiamo ritenuto di candidare Angelo Tenneriello alla guida del Pd, professionista stimato che da sempre ha contribuito alla costruzione del progetto politico che ha portato il centrosinistra ad essere maggioranza in città. Non possiamo essere associati come banda a chi ha contribuito a negare al Pd e alle forze politiche e civiche del centrosinistra di vincere le elezioni e di consegnare la città all’ingovernabilità. La candidatura di Angelo Tenneriello è il terminale di un percorso che, partendo dalla grande aggregazione realizzata nella scorsa consultazione elettorale, si arricchisce di nuove forze in un progetto inclusivo e non divisivo. Abbiamo l’ambizione di costruire un partito autorevole e non comprimario, mai subalterno a logiche esterne e di potere. Per queste ragioni chiediamo la massima condivisione a tutti gli iscritti, a partire da Enzo Santangelo e Gaetano Esposito, di cui apprezziamo le preoccupazioni, ma non possiamo condividere con loro la neutralità rispetto alla scelta che si andrà ad operare con il congresso ove, addirittura, sarebbe possibile che chi ha remato per la sconfitta del partito possa assurgerne al ruolo di guida. Chiediamo per tanto, con tutta l’umiltà che ci contraddistingue, la partecipazione convinta di tutti quelli che hanno avuto un ruolo diligente in questi ultimi mesi, a favorire la massima partecipazione degli iscritti ed il sostegno al candidato Angelo Tenneriello che rappresenta la continuità del progetto in antitesi all’altra proposta in campo sicuro viatico di una definitiva frattura del partito”.

 

Giuseppe Razzano

Domenico Reitano

Edoardo Tontoli

Michele Russo

 

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *