GRAZZANISE: AL 9° STORMO CONCLUSA LA “TENDE SCAGLIA 2018”

ESERCITAZIONE NAZIONALE DELLA 1ª BRIGATA AEREA OPERAZIONI SPECIALI

GRAZZANISE (Raffaele Raimondo) – Presso la base aerea militare che dal 1967 ospita il 9° Stormo “F.Baracca” giunge oggi a conclusione la “Tende Scaglia 2018”, un’esercitazione nazionale della nostra Arma Azzurra organizzata dalla “1ª Brigata Aerea Operazioni Speciali” (BAOS) al cui vertice è il gen. S.A. (di Squadra Aerea) Gianpaolo Miniscalco che nel 2004 era comandante del 9° Stormo, incarico attualmente espletato dal col.pil. Pasquale Di Palma. Il prestigioso Reparto grazzanisano  ha fornito gli assetti HH212 dei dipendenti “21° Gruppo” e “Fucilieri dell’Aria”,  svolgendo le funzioni “Host Base” per questa “2ª SOF1 Integration Week”, nonché assicurando il supporto logistico e tecnico operativo all’esercitazione stavolta emblematicamente denominata “Cavallino Rampante”.

Ne ha dato notizia l’Ufficio Pubblica Informazione dell’aeroporto militare nel primo comunicato-stampa di quest’anno 2018 dove ulteriormente si legge: «Lo scopo primario dell’attività addestrativa è stato quello di consolidare le capacità d’integrazione acquisite dagli assetti del comparto Operazioni Speciali dell’Aeronautica Militare, afferente alla 1ª BAOS. A questo si aggiunge l’obiettivo di elevare il livello di addestramento del personale nell’ambito della Logistica Operativa, affinché possano essere conseguiti i migliori risultati complessivi in termini di tempestività, efficienza ed efficacia d’intervento, per tutte le operazioni in cui la Forza Armata può essere chiamata a intervenire, sia in territorio nazionale che nelle operazioni militari all’estero.

L’attività addestrativa, svoltasi nella sua parte esecutiva dal 12 al 28 febbraio, si è suddivisa in tre momenti: una prima fase di “Pre-deployment” dal 12 al 16 febbraio, durante la quale sono state effettuate tutte le attività relative alle predisposizioni e le attività tecnico-logistiche; è seguita una seconda fase cosiddetta “Livex “ dal 19 al 23 febbraio, durante la quale è avvenuta la vera e propria esecuzione degli scenari con impiego degli assetti e del personale in missioni di volo e a terra, sia di giorno che di notte; infine, la fase “Re-deployment” dal 26 al 28 febbraio, durante la quale sono state eseguite le azioni di ripristino delle aree esercitative per il loro normale utilizzo.                                                                                      

La “Tende Scaglia 2018” ha inoltre consentito di testare ancora una volta le fondamentali componenti Combat Support e Combat Service Support (logistica di proiezione operativa).

Per l’attività esercitativa l’Aeronautica Militare ha messo a disposizione assetti operativi, sia aerei (due HH212 ICO, un HH-101) che terrestri (Incursori, operatori STOS, Fucilieri dell’Aria ed operatori cinofili) della 1ª BAOS di Cervia, del 3°, 9°, 15°, 16° e 17° Stormo e del Centro Cinofili dell’Aeronautica Militare.

L’area interessata alle operazioni è stata quella comprendente la Circoscrizione aeroportuale di Grazzanise, nonché l’area territoriale compresa nelle province di Caserta e Napoli. Durante l’esercitazione sono state effettuate 13 sortite per un totale di circa 20 ore di volo compiute con assetti ad ala rotante che hanno supportato l’attività congiunta delle Forze Speciali.

La “Tende Scaglia”, nel panorama delle attività esercitative della Difesa assume sicuramente un ruolo importante in quanto consente di testare cooperazione ed interoperabilità con elicotteri e forze terrestri operanti in maniera sinergica». 

              

1

3

4

5

6

7

8

9

10

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *