Grazzanise: La “Guerra dei vecchi” sta per finire

NUOVE ISCRIZIONI PER DIRE BASTA AL COMMISSARIAMENTO DEL CENTRO POLIVALENTE. Tempo fino al 16 dicembre. Poi nuovo Regolamento e democratiche Elezioni

 GRAZZANISE (Raffaele Raimondo) – Cena dopo cena, briscola dopo briscola, ballo dopo ballo, cure termali dopo cure termali, battaglie personali dopo battaglie personali, dunque una vera e propria “guerra dei vecchi” che dura da 22 anni, cioè dal lontano 1994, quando dalla Commissione straordinaria Provolo-Argirò-Sorbo fu fondato il Centro sociale polivalente per Anziani. Ma la parola ‘fine’ è stata finalmente detta il 21 novembre, dal sindaco Vito Gravante e dall’assessora Gabriella Parente: hanno infatti congiuntamente firmato un “avviso pubblico” con cui s’invitavano i cittadini over 60 (o pensionati o disabili) a presentare domanda di iscrizione gratuita, entro le ore 14 di venerdì 16 dicembre, presso l’Ufficio Servizi Sociali del Comune, nei giorni di lunedì, mercoledì e giovedì, dalle ore 10 alle 13.   “Si dà atto – avvertiva il manifesto – che le vecchie iscrizioni, poiché datate, non aggiornate e non ufficiali, si intendono decadute”.

Pertanto, aria nuova, a cominciare dalla platea degl’iscritti, la stessa che, appena il nuovo Regolamento sarà approvato dal civico consesso, dovrà eleggere i nuovi Organi di gestione interna. Basta quindi con il commissariamento che in pratica va avanti dagl’inizi di febbraio del 2015, allorché scrivemmo una nota che cominciava così: “Il Comitato di Gestione del Circolo polivalente per anziani e pensionati ha staccato la spina. Convocato dal presidente Giuseppe Tescione e riunitosi nel pomeriggio di mercoledì 4 febbraio per valutare gli esiti dell’assemblea degli iscritti svoltasi il 29 gennaio, il Comitato ha ritenuto di dover rassegnare irrevocabilmente le dimissioni e di informare la Commissione straordinaria Migliorelli-Quaranta-Auricchio alla guida del Comune. Motivo dominante della decisione assunta l’esposto presentato dal socio Renato Parente col quale è stata messa in dubbio, per presunti vizi formali, la validità delle elezioni tenutesi lo scorso 11 dicembre”. In realtà, quello che definimmo “motivo dominante” fu soltanto la classica goccia che fece traboccare il vaso nel quale s’erano annidati, per tutta fase di egemonia svoltista in Amministrazione comunale, fattori e rapporti interni continuamente tesi, dettati da contrapposizioni che definire “personali” è eufemismo. Il coordinator Migliorelli affidò la gestione provvisoria al presidente Tescione dimissionario, ma l’atmosfera non è cambiata, le frizioni hanno seguitato a complicare relazioni umane e attività organizzate. Lo sa bene l’assessora Parente che in quest’anno e mezzo ha dovuto spesso affrontare aspri confronti, pur manifestando a più riprese intenzioni di sostegno alla coesione interna e alla definitiva pacificazione.

Ora è aperta la fase che dovrebbe riportare tranquillità e voglia di sereno dibattito, nel rispetto delle regole che il consiglio comunale andrà a fissare. Fino al 16 dicembre tutti avranno possibilità di associarsi per la costruttiva partecipazione alle iniziative del Centro: vecchi appassionati e nuovi aderenti con idee che, in fondo, dovrebbero essere ispirate soltanto dalla saggezza tipica della “terza età”. Basta con la “guerra” e autostrade aperte per la trasparenza e per decisioni da assumere democraticamente, tranquillamente. Speriamo che questo avvenga, affinché possano trascorrersi ore liete nella sede di Piazza Roma, ma realizzarsi pure attività culturali, di servizio alla comunità, di solidarietà sociale, di assistenza domiciliare alle persone anziane fisicamente impedite e quant’altro l’assemblea degli iscritti, osservando le linee di indirizzo dettate dal competente Assessorato e le norme interne, vorrà porre in essere, anzitutto ricordando di onorare, sempre e  degnamente, gli ideali umani che davvero contano ed i valori civili di libertà e responsabilità.

1

3

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *