IERI VENERDI’15 MAGGIO 2020, INSIEME A TANIA PARENTE E LUCIA PETRELLA, ABBIAMO ORGANIZZATO UNA GRADEVOLE CHIACCHIERATA CON GIOVANNI ANNUNZIATA.

Cancello ed Arnone (Redazione) – Ieri venerdì 15 Maggio 2020 una piacevolissima serata con una sorta di intervista, ma mi è sembrata molto di più una chiacchierata tra amici, con Giovanni Annunziata, Tania Parente e Lucia Petrella.

Giovanni Annunziata, una persona a prima vista sorridente, sereno, tranquillo e rilassato è riuscito, sin dal primo istante, a mettermi a mio agio dandomi la possibilità di aprirmi con lui, come se  stessi parlando con un vecchio amico, una persona piacevole che si conosce da tanto tempo.

In effetti Giovanna Annunziata Formatore e coach, dal 1991 si occupa ininterrottamente di formazione e comunicazione aziendale. Specializzato in Comunicazione Efficace, Public Speaking, Motivazione, Autostima, Gestione dello Stress e degli stati d’animo

Mi occupo di formazione e crescita personale da diversi anni – egli dice. Sono un appassionato studioso di discipline olistiche e mi piace definirmi un “facilitatore del benessere”.

Alla mia domanda “quali sono le discipline olistiche ed in quale modo si collegano con il benessere della persona” lui risponde: “Le discipline olistiche sono legate al concetto di ‘Olismo’ che deriva dal greco olos, il cui significato è totalità, intero. Ossia l’individuo viene considerato nella sua globalità, come il risultato di corpo, mente e ambiente.”

Giovanni ha tenuto importanti corsi, seminari e conferenze in Italia e all’Estero, realizzando progetti di formazione e di coaching per aziende, professionisti e privati, ma il progetto di cui si dice più orgoglioso è quello realizzato per l’Ufficio Scolastico Regionale della Campania, perché gli ha permesso di fornire a docenti, studenti e genitori, nuovi strumenti per la crescita ed il miglioramento delle performance. Io trovo che sia bellissimo – egli sostiene –  condividere con le nuove generazioni qualcosa di utile per vivere al meglio il presente e per realizzare un futuro migliore.

Giovanni Annunziata è tra l’altro il fondatore del progetto Vivere Rilassatamente, con l’obiettivo di diffondere la cultura del miglioramento della qualità della vitaaiutando le persone a trovare le giuste alchimie per vivere una vita davvero appagante.

Problemi, imprevisti, difficoltà. La nostra vita è spesso ricca di stress dico a Giovanni e lui immediatamente mi anticipa la risposta: “Quante volte abbiamo detto o pensato Non ho tempo. Andiamo sempre di corsa, presi tra mille impegni, scadenze e situazioni varie. Lo stress aumenta vertiginosamente e la qualità della vita ne risente. Vorremmo fare tante cose ma poi finiamo con il dover rinunciare a quello che conta davvero in nome di cose che, forse, tanto importanti non sono. A volte capita perfino di correre talmente forte da dimenticarsi perfino il perché stiamo correndo. E la cosa triste è che siamo talmente assuefatti a questo modo di vivere, che quando le cose cambiano, anche di poco, ci sentiamo a disagio. Poi a volte la Vita, l’Universo, il Destino, il tuo Dio, il tuo Karma o chissà che ti fa capitare qualcosa che in maniera dirompente ti costringe a fare i conti con te stesso. Arriva un evento che mette in discussione tutte le impalcature, tutte le certezze, le corazze e gli schemi cui eravamo abituati. Un colpo che, se non siamo ben allenati, rischia di metterci davvero KO. Il più delle volte, in questi casi, la prima reazione può essere di spavento, di smarrimento, di tristezza o di vuoto. Ma è proprio da questi momenti in cui tutto sembra perduto, che si può iniziare a ri-costruire in maniera più solida e funzionale.

Ma allora come si può fare prevenzione contro lo stress – gli chiedo – e lui mi risponde molto semplicemente “Bisogna prendersi più tempo per se stessi, coltivare le relazioni in famiglia, controllare il proprio respiro, fare delle lunghe passeggiate nelle campagne circostanti,  nella natura intorno a noi. Soffermarsi ad ascoltare il canto delle allodole, oppure incuriosirsi guardando i giochi dei bambini. Insomma egli ribadisce: noi siamo i soli RESPONSABILI della qualità della nostra vita.

Ho avuto l’impressione che avrei potuto parlare per ore con Giovanni Annunziata e non mi sarei mai stancata di ascoltarlo, ma il tempo è passato velocemente, per cui non ho potuto fare altro che ringraziarlo moltissimo per la sua grande gentilezza, salutarlo insieme a Tania Parente e Lucia Parente, con la promessa che ci saremmo risentiti appena possibile.

A presto!

Matilde Maisto

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *