Immobile abusivo trasformato in un inferno per cani e altri animali: bliz a Somma Vesuviana (NA)

Il giorno 21 maggio 2015 i carabinieri di Somma Vesuviana (NA) dopo una segnalazione pervenuta per maltrattamento animali, il personale operante, in collaborazione con le guardie zoofile E.M.P.A. (Ente Mediterraneo Protezione Animali) e con il personale veterinario dell’Asl hanno denunciato in stato di libertà per maltrattamento di animali un 57ed un 84 enne del luogo, i militari dell’arma hanno accertato che in un immobile abusivo, già sottoposto a sequestro, erano rinchiusi cieca 50 cani da caccia, uccelli, di fauna selvatica Merli, Gazza ladra, tordi Bottaccio, Tartaruga terreste (Testudo hermanni). Altamente protette, inoltre erano presenti maiali in pessime condizioni igienico sanitari. Ispezionato l’intero casolare, sono stati trovati anche medicinali e alimenti per animali in cattivo stato di conservazione. Il canile non era autorizzato, e molti degli animali non erano dotati di microchip. L’operazione e stata coordinata dal maresciallo Raimondo Semprevivo, per i due soggetti è scattata la denuncia a piede libero sia per il maltrattamento degli animali, la fauna selvatica. Venivano condotti Presso il Presidio Ospedaliero Veterinario di Napoli ASL NA/ 1 (ex Frullone), per il tempo strettamente necessario alla loro cura, propedeutica alla loro liberazione in natura,

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *