Innamoramento e amore: differenze e come capire cosa provi davvero.

In questo articolo vediamo la differenza tra innamoramento e vero amore. Scopriamo cosa provocano l’uno e l’altro a livello psicologico, l’alchimia che c’è tra due innamorati e due persone che si amano davvero. E vedremo nel dettaglio le caratteristiche peculiari di ognuna di queste due caratteristiche dell’amore.

Cos’è l’innamoramento

L’ innamoramento è quella sensazione che fa sentire completamente coinvolti verso l’ altra persona.

L’innamoramento è conosciuto anche con il termine infatuazione, ovvero una passione intensa destinata, molto spesso, a finire in breve tempo, quello che caratterizza appunto anche l’ innamoramento.

Quando si è innamorati l’ altra persona diventa l’ unico pensiero, in gioco entra anche la gelosia, questo può rendere le cose oltre che stupende anche difficili.
Durante la fase di innamoramento, purtroppo un lato spiacevole è che, molto spesso succede di non vedere effettivamente la persona ” amata ” come è veramente, ma viene creata un immagine in parallelo che va oltre quella reale.

Questa fase, di solito ha una sua durata, di tre anni, dopodiché arriva l’esigenza di mutare il sentimento in qualcosa di più importante e concreto.

La particolarità delle fase di innamoramento è di non avere solo dei sentimenti verso qualcuno che si conosce, può succedere di provare delle emozioni anche per qualcuno che si conosce appena.
Ciò succede soprattutto nell’ età adolescenziale, dove si pensa di essere innamorati del cantante o dell’ attore preferito.

Magari innamorarsi può essere anche questo! purché può sembrare lontano da ogni giusta logica.

Rispondere di preciso alla domanda cosa significa innamorarsi, o cosa sia l’ innamoramento non si può stabilire di preciso, ma sicuramente si è capito che è qualcosa che riguarda ognuno di noi stessi, dalla voglia di provare emozioni, di mettersi in gioco, e avere il coraggio se le cose non vanno bene, di poter iniziare tutto da capo un’ altra volta.

Caratteristiche dell’innamoramento

Durante il primo periodo di innamoramento si verificano alcuni intense emozioni fisiche e psicologiche, che si provano appena si è vicini all’ altra persona di cui si è innamorati, un processo che dopo alcuni mesi tende a diventare più normale.

Vediamo insieme cosa comprendono queste emozioni:

  • cambiamento della respirazione
  • accelerazione del battito cardiaco
  • il manifestarsi di una eccessiva sudorazione
  • sensazione di vertigini, o qualcosa nello stomaco molto simile a un volare di farfalle
  • tutto questo porta spesso a una perdita di fame.

Un periodo quello dell’ innamoramento in cui tutti i pensieri sono rivolti alla persona “amata” , mettendo in secondo piano tutto il resto, ci si sente meno stressati, più forti, e qualsiasi cosa fatta insieme all’ altra persona, anche la più semplice si trasforma in qualcosa di veramente meraviglioso.

Cos’è l’amore

L’ amore è come un potere attivo dentro ogni persona, che riesce a distruggere le distanze, le sensazioni di isolamento o le pareti che in qualche modo separano con gli altri essere umani.

Nell’amore le due persone amate si sentono di essere una sola, ma in realtà rimangono due.

Il concetto di sentirsi uno pur essendo due, è noto dal fatto che in numerose situazioni si inizia ad annullare se stessi e rivolgere le attenzioni solo all’ altra persona, senza pensare alla propria identità.

Altri casi invece, in cui non si pensa affetto alla persona amata, e ci si continua a comportare senza nessun riguardo.

Analizzando i due casi, si può comprendere i due diversi modi di amare:

il primo vede la persona innamorata che si annulla completamente, mette da parte tutto, famiglia, amici, passioni e qualsiasi interesse, per dedicarsi esclusivamente al proprio partner.
Nel secondo caso, invece, la persona innamorata agisce come se l’ altra persona non esiste, perché si è cosi tanto sicuri dell’ amore altrui che non si pensa di fare nulla per corteggiarla o per gratificarla.

A metà strada tra le due forme di innamoramento si trova quella che può rivelarsi sana e duratura.
Tutti pensano di capire o sapere cosa sia veramente l’ amore, poeti, cantanti, scrittori e artisti, si sono sempre impegnati a portare questa parola nelle loro opere e a darle in qualche modo un loro significato.

In quanto il sentimento chiamato amore, è tutto ciò che si pensa di sapere, ma ad un tratto fa capire che invece era tutto il contrario.

Se si cerca di dare un significato alla parola amore si può spiegare in questo modo:

  • un sentimento che nasce in maniera del tutto spontanea, ma che necessita di essere curato nel tempo
  • qualcosa che va oltre la ragione, ma che è anche logica e razionalità
  • un’ emozione che coinvolge il cuore e la mente
  • un sentimento che può fare vivere qualcosa di vero, o solamente un illusione
  • è un impulso che non si riesce a controllare, ma che richiede la genialità di saperlo portare avanti.

L’ amore, quello vero, si può definire come un profondo ed incondizionato interesse verso la persona che si ama, pensare e volere solo il suo bene, e proteggerla da qualsiasi cosa lo possa impedire.
Amore significa dare la dovuta attenzione alle esigenze della persona che si ha accanto, godere delle sue gioie, ma soprattutto, l’ amore è accettare l’ altra persona non solo esteticamente, ma anche interiormente com’ è veramente, senza cercare in nessun modo di cambiarla.

L’ amore richiede conoscenza, comprensione ed altruismo.

Possiamo dunque riassumere i principali aspetti che riguardano l’ amore in questo modo:

  • quando entrambi vogliono il bene dell’ altro
  • quando ognuno pensa alla felicità dell’ altro
  • quando si riesce a perdonare gli errori commessi
  • quando si è sempre pronti ad aiutare l’ altro
  • quando si mostra interesse a conoscere i pensieri del proprio compagno/a
  • quando entrambi si dedicano attenzioni reciproche
  • quando una parte rispetta le decisione dell’ altra, in modo da creare un rapporto di complicità ed alleanza.

L’ amore è il sentimento più importante che un essere umano può provare, un sentimento sincero che non conosce egoismo, gelosia, possesso e sofferenza.
Deve nascere tra due cuori che scelgono di amarsi, e che ne sono felici.
Quando si è disposti a mettere la felicità dell’ altra persona prima della propria, si sta prendendo parte a quel fenomeno strano, inspiegabile, chiamato amore.

Psicologia dell’ innamoramento

L’ innamoramento fa scattare nel cervello un meccanismo molto interessante.

Entrano in gioco una serie di ormoni, in particolare i ferormoni, che hanno un ruolo importante nell’ attrazione fisica tra le due persone, poi si ha la fenelinatimina, una sostanza stimolante, che provoca lo stato euforico e il batticuore, che caratterizza la fase iniziale dell’ innamoramento.

Poi ci sono gli ormoni dell’ ossitocina, la vasopressina, entrambi ormoni che possono permettere di creare un legame affettivo tra le due persone.
Infine il testosterone, che con la dopamina provoca l’ eccitazione sessuale.

L’ insieme di queste sostanze attive nel corpo portano ad uno stato di coscienza alterato, il loro effetto diminuisce dopo il primo anno di relazione, di lì finisce tutto o può iniziare tutto.
Nonostante ciò, la sensazione di innamorarsi di una persona è la più travolgente che si possa provare nella vita.

L’innamoramento riguarda uno stato psicofisico, che porta a una serie di atteggiamenti caratterizzati da un intenso coinvolgimento di emozioni nei confronti dell’ altra persona; coinvolgimento che, in certi casi è associato a una forte intesa sessuale.

L’ innamoramento riguarda quindi impulsività e irrazionalità, un sentimento basato più sulla chimica e poco sulla psicologia.

È un sentimento coinvolgente, al punto da fare sentire persi, perdendo il controllo di quello che sta succedendo veramente.

Ciò succede perché, spesso non si ha la razionalità di comprendere che tutto quello che proviamo siano proprio gli effetti di una persona innamorata.

Dal punto di vista psicologico si pensa che quelle sensazioni appartengono alla prima fase della nascita del sentimento, non si riesce a dedurre che invece appartengono in maniera definitiva a quella situazione.

Oltre a idealizzare quel periodo, in cui si crede di vivere qualcosa di magico; due persone che il destino ha voluto unire, due persone che si trovavano nel posto giusto al momento giusto.
Ma la cosa che in realtà si deve considerare è che, tutti questi pensieri e in un certo senso anche convinzioni, non si possono che confermare con il tempo, nella fase successiva che vede l’amore, perché l’innamoramento non ha le basi solide per confermare tutto ciò.

Possiamo concludere affermando che, il sentimento che ha a che fare con la nostra anima è l’amore, che segue dopo, mentre quello che riguarda le azioni istintive e irrazionali è l’ innamoramento, ovvero la fase iniziale.

Ci si innamora perchè si è convinti di vedere nella persona che si ha accanto qualcuno che ci rende e ci renderà felici, la persona ideale che può dare tutto quello di cui si ha di bisogno in una relazione.

Ma, nel momento in cui si ha un riscontro con la realtà e questa concezione non è più attendibile tutta la passione e il coinvolgimento dell’ innamoramento svanisce.

Psicologia dell’ amore

Nell’ amore esiste qualcosa di strano, di paradossale, quando si è innamorati si pensa di essere le sole persone al mondo ad esserlo, ma ciò che è importante è vivere l’ amore con consapevolezza, evitare di esserne solo travolti.

Una domanda che anima gli animi riguardo la maniera di vedere l’ amore è, l’ essere equivalenti nel rapporto: amore e sesso.

Le domande a cui si va incontro sono tante, se si può amare senza avere dei rapporti intimi, o se si possono avere senza amare, oppure si ci domanda se l’ amore può giustificare ogni comportamento, anche quello che compromette l’ interesse di una persona, fino a che punto può essere compromessa la propria razionalità.

Partiamo dal presupposto che, ogni rapporto ha una propria identità ed una sua realtà, dove l’ amore e la sessualità vengono vissute in maniera diversa da ogni coppia.

Nella sua generalità l’ amore esprime il bisogno di una persona di porre attenzione alle esigenze dell’ altra, desiderare di proteggerla, fino ad assumere un senso di responsabilità al fine di prendersene cura; tutto ciò prescinde dai rapporti intimi.

Ciò nonostante l’ amore è molto legato al sesso, e spesso questo è causa di conflitto nella realtà di una coppia, in quanto i due diversi piani relazionali, intimo e di coppia non sempre si sovrappongono.

L’ amore e la sessualità sono aspetti profondi dell’ uomo, e la loro importanza nell’ equilibrio di coppia è molto importante, in quanto, spesso sofferenze e forme di disagio psicologico sono dovuti dall’ incapacità di gestire una relazione amorosa e sessuale in maniera consona.

Anche se tutto questo non può sembrare nè romantico, nè magico, e ciò che costituisce una parte della medaglia che riguarda la psicologia sull’ amore; l’ altra parte della medaglia, invece, vede nell’ amore qualcosa di più, non solo due corpi ma anche due anime che si uniscono, trascinando con sè i valori e la cultura del loro tempo, le proprie esperienze, i propri progetti sia passati, sia futuri, dove si vede anche la possibilità di creare una famiglia.

Differenze tra innamoramento e amore

Spesso amore e innamoramento vengono considerati uguali, ma non è cosi.

Amare qualcuno e esserne innamorati sono due cose diverse, anche se possono sembrare simili per le emozioni che danno.

L’ innamoramento è una fase bellissima, dove a volte succede che si verifichi il passo successivo verso l’ amore, se succede è un completamento e rafforzamento di tutto quello che si è vissuto fino ad allora.

La passione che si vive in quei momenti, il conoscersi e condividere momenti può portare ad affezionarsi davvero al punto di capire quando meno ci si aspetta di essere innamorati.

Ma molto spesso nella situazione dell’ innamoramento, si ci lascia andare senza essere a volte obiettivi, perdendo il controllo della situazione, ciò può portare a non prendere una decisione giusta.
In quanto, non si è lucidi, senza una visione oggettiva della realtà che si sta vivendo, in questa fase si cerca sempre di idealizzare la persona che si ha accanto.

L’ innamoramento ha una sua fine, dopo dovrebbe arrivare l’ amore; quando ciò non succede, la relazione finisce.

Molti sono convinti di non riconoscere più la persona che hanno accanto; la verità è che l’ euforia del primo periodo è passata, si inizia ad avere una visione reale della persona e del rapporto di coppia che si è instaurato.

La persona che prima sembrava perfetta può non esserlo più, si ha la consapevolezza dei suoi difetti e dei suoi limiti.

A differenza l’ amore va oltre a tutto questo, si possono avere dei dubbi ma se c’ è l’ amore si trova sempre il modo per affrontarli e superarli, l’ innamoramento non ha le basi per affrontare questo.
L’ amore guarda al futuro, fa progetti, l’ innamoramento pensa solo a godersi il momento senza pensare a un domani.

L’ amore è uno scegliersi ogni giorno, accettarsi per come si è, amare i pregi e difetti della persona che si ha accanto; nell’ innamoramento si vedono solo gli aspetti positivi dell’ altra persona.
Altri aspetti che differenziano questi due sentimenti sono:

  • la fase dell’ innamoramento è un periodo di passione, destinato a finire
  • l’ amore pensa di iniziare un percorso di vita con quella persona e invecchiare insieme
  • l’ innamoramento è vedere quella persona e avere il cuore a mille, sperando di rivederla al più presto
  • l’ amore invece è la sicurezza di sapere che quella persona è già con te e, ci sarà per sempre.

Similitudine tra innamoramento e amore

Ciò che può rendere simile l’ innamoramento e l’ amore è la propensione di innamorarsi durante la vita di persone simili tra di loro.
Magari accomunate da somiglianze fisiche, caratteriali, abitudini e comportamenti che piacciono, ciò fa si che nonostante si incontrino centinaia di persone, non tutti riesono a catturare la nostra attenzione.

Ci si innamora di persone che, senza averlo programmato, hanno le caratteristiche che possono portare ad una relazione che va oltre, cioè all’ amore.

Caratteristiche dell’ amore maturo

L’ amore maturo è il legame importante di due persone, che pur vivendo in simbiosi, riescono a mantenere ognuno dei due la propria identità.

L’aspetto fondamentale dell’ amore maturo è di non vivere dell’ altro, ma vivere con l’ altro, all’interno di un rapporto dove c’ è un reciproco scambio, per mantenere il rapporto attivo negli anni.

L’ amore maturo si basa sulla scelta libera di avere quella persona accanto, non viene idealizzato, non ha sentimenti di gelosia, perché si è sicuri e senza timori, ma si base sulla serenità di entrambi, senza nessuna ossessione che porta a sofferenze.

Si base sulla vera conoscenza, l’uno dell’ altro, e dal relativo rispetto reciproco, si confronta, e si alimenta dal riconoscimento dell’ altro come da una persona speciale a cui riconoscere pregi e fragilità.

L’ idealizzazione inizia con il nascere dell’ innamoramento, ma diventa matura quando, passata la fase dell’ infatuazione, si riesce ancora a vedere l’ altra persona nello stesso modo, nonostante la realtà e la conoscenza approfondita hanno dimostrato che non è perfetta e che possiede dei limiti e dei difetti, che l’ entusiasmo iniziale aveva fatto ignorare.

Il segreto per un amore maturo, è di essere predisposti a investire i propri sentimenti a lungo termine, nonostante gli ostacoli, le difficoltà e le incomprensioni che ogni rapporto di coppia comporta.

Dove viene a mancare questo si ha solamente un’ avventura senza la volontà di entrambi di andare avanti.
L’ amore maturo ha invece la consapevolezza che la persona che si ha accanto è quella giusta, e nonostante tutti gli ostacoli rimarrà lei per tutta la vita.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *