La Casertana Batte il Barletta e vola ai vertici della classifica

Alessandro in tribuna e Chiavazzo schierato tra i titolari, queste le principali novità di Gregucci che inoltre lascia Antonazzo e Mancino in panchina. 2 punti nelle ultime 5 partite e tre sconfitte consecutive queste sono invece le credenziali del Barletta che arriva al Pinto. Casertana: Fumagalli; Bruno, Idda, Murolo, Bianco; Rajcic, Marano, Chiavazzo; Cissè, Mancosu, Diakitè. A disposizione: D'Agostino, D'Alterio, Mattera, De Marco, Mancino, Cunzi, Antonazzo. Barletta: Liverani, Zammuto, Cortellini, Meola, Stendardo, Radi, Floriano, Palazzolo, Biancolino, Venitucci, De Rosa. A disposizione: De Martino, Sokoli, Kiasis, Gemignani, Guarco, Rizzitelli, Fall

Primi minuti di studio ma la Casertana non disdegna la sortita offensiva, qualche errore in fase di appoggio. Al 4 minuto occasionissima per i pugliesi; Biancolino, servito in piena area di rigore, a tu per tu con il portiere calcia a colpo sicuro, grande risposta di Fumagalli. Al 7 fallaccio su Marano a centrocampo. Al minuto 8 Floriano lanciato in fuorigioco, ma il guardalinee non rileva. Al 9 Mancosu prova a scuotere la partita con un tiro dalla distanza, ma blocca a terra Liverani. All’11 Diakite da ottima posizione spara alle stelle. Al 16 accedono al campo un centinaio di tifosi barlettani. Il gioco appara imbrigliato, match che per il momento stenta a decollare, grazie alla ragnatela predisposta da Mister Sesia. Al 22 ci prova ancora Mancosu che lascia partire un tiro dalla diagonale ma Liverani respinge. Sul calcio d’angolo la Casertana passa in vantaggio. Corner battuto dalla destra di Liverani, svetta altissimo Cisse che insacca con un poderoso colpo di testa. Al 26 su una rimessa concessa erroneamente al Barletta, i pugliesi sfiorano il pareggio con Floriano, il cui tiro finisce di poco alto sulla traversa. Al 33 Mancosu chiede ed ottiene il triangolo da Marano si accentra e lascia partire un gran tiro dalla distanza, ma Liverani smanaccia in corner. Al 35 giallo per Marano. Adesso le due squadre si affrontano a viso aperto, buone incursioni di Marano e Bianco sulla fascia. Al 42 su calcio di punizione dalla trequarti battuto da Mancosu, Marano raccoglie la palla e lascia partire un tiro che Liverani respinge come può. Ancora Floriano scarica un bolide dall’interno dell’area e grande parata di Fumagalli.
Un primo tempo non bellissimo dal punto di vista del gioco ma con molte occasioni. Il Barletta ha provato ad arginare la manovra dei falchetti, ma è arrivata un paio di volte pericolosamente davanti a Fumagalli. La Casertana ha mantenuto l’iniziativa del match in mano ed ha continuato a produrre gioco anche dopo la rete del vantaggio. Ancora sugli scudi Rajcic, Mancosu e Fumagalli.

Al 47 Bruno falcia da dietro Floriano, giallo. Un minuto più tardi Idda ferma Floriano lanciato a rete. Al 51 Marano serve Diakite solo in area che si allunga la palla, uscita tempestiva di Liverani che anticipa l’attaccante casertano. Al 53 Mancino rileva Chiavazzo. Al 58 Diakite brucia Stendardo ma il suo cross viene rimpallato. Al 56 pareggio del Barletta. Palla filtrante di Cortellini per Floriano che libera l’accorrente Palazzolo che “buca” Fumagalli. Nel momento migliore della Casertana il Barletta è giunto al pareggio. Ammonito Palazzolo per un brutto fallo su Rajcic. Al 66 esce Biancolino per Fall e contemporaneamente Cuni rileva Diakite. Al 67 tiro a botta sicura di Cuni e Liverani respinge come può. Cunzi delirio, l’ex ischia ubriaca un paio di difensori crossa e Cisse cicca la sforbiciata. Fase interlocutoria della partita, la Casertana sembra aver accusato il colpo e non riesce a reagire. Al 75 Mancosu viene sostituito da Antonazzo. Bianco ci prova direttamente dal calcio piazzato, Liverani respinge. Al 79 Guarco al posto di Cortellini. Un minuto dopo Bianco perde una brutta palla a centrocampo ma Murolo ci mette una pezza. All’86 Antonazzo rimette al centro una palla vagante e Idda ribadisce in rete. Casertana in vantaggio, esplode il Pinto. AL 90 Stendardo atterra Cunzi, ammonito due minuti dopo stessa sorte anche per Radi.
L’arbitro fischia la fine delle ostilità, la Casertana vince una partita difficile e vola ai vertici della classifica.

 

Foto scattate da  Francesco Egido

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *