La poetessa Ada Salas ospite presso il Centro Hecate il 3 luglio prossimo

Ada Salas

Caseres, 1965. Questi il luogo e la data di nascita della pluripremiata poetessa ispanica, laureata in filologia ispanica presso l’Università di Extremadura nel 1988. Ancora studentessa riceve nel 1987 il Premio “Juan Manuel Rozas” di poesia con “Arte y memoria del inocente”. Questo è solo l’inizio della sua brillante carriera, costellata da successi come la vittoria del premio di poesia “Hiperión” con il libro suo libro “Variaciones en blanco” (1994). Nel 1997 pubblica “La sed”, e nel 2003 “Lugar de la derrota”. La sua opera ha ricevuto una particolare attenzione dalla critica collocandosi tra le voci più importanti della poesia. Gli scritti della Salas sono misurati, suddivisi in versi sottili e a volte frammentati ma è proprio la frammentazione il punto chiave, essa infatti intrappola il lettore tra le stringhe poetiche e lo chiama alla completa attenzione. Le parole di Ada Salas si infilzano nella mente e lasciano un retrogusto amaro, un sapore di desiderio e di disillusione. E proprio queste parole risuoneranno nelle sale del Centro Hecate, che avrà l’onore di accogliere la poetessa il giorno 3 luglio 2016  alle ore 18.00. Svelare la poetica e la personalità dell’autrice sarà il compito della professoressa Claudia Fusco e della studentessa e giovane poetessa Chiara Serafina Campolattano. La musicalità delle parole si fonderà con le note della fisarmonica di Daniela Esposito, che tesserà abilmente la cornice magica e ritmica della serata.

 

Chiara Serafina Campolattano.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *