“Les Merveilles”, la collezione 2015 di Bruno Caruso defilè sabato 15, ore 19, a Palazzo San Teodoro di Napoli

Un parterre internazionale per lo stilista partenopeo: tra gli ospiti in arrivo da Roma, Milano, Parigi e Zurigo spunta anche la figlia di uno sceicco del Qatar

Napoli, 13 novembre 2014 – Ultimi preparativi per il defilé dello stilista Bruno Caruso, in programma sabato 15 novembre alle ore 19.00, che presenterà la sua nuova collezione Les Merveilles con la sfilata che si svolgerà nelle sale di Palazzo San Teodoro alla Riviera di Chiaia.

Quaranta creazioni, per le linee sposa, gran sera e uomo, che compongono la collezione 2015 sfileranno nei saloni ottocenteschi del palazzo storico voluto dal duca Carlo Caracciolo di San Teodoro e realizzato dall’architetto toscano Guglielmo Bechi. Al defilè, al quale saranno presenti numerosi ospiti stranieri, le creazioni del couturier partenopeo saranno indossati da 30 modelle e 5 modelli.

Tra i numerosi invitati, che giungono anche da Roma e Milano, in arrivo a Napoli numerosi ospiti dalla Francia, dalla Svizzera e dal Medio Oriente. Tra le clienti di Bruno Caruso hanno confermato la presenza la figlia di uno sceicco del Qatar, l’imprenditrice Aicha Bolho Aboutkaalil, la proprietaria del noto ristorante parigino African Lounge Restaurant, Ami Bello e da Zurigo l’imprenditrice italo svizzera Miriam Marini, che da anni veste con le realizzazioni del couturier napoletano.

In passerella tra le novità della collezione le Merveilles del sarto-stilista, come lui stesso ama definirsi, spiccano le sete e i satin elasticizzati, sontuose cappe da indossare in chiesa per coprire le scollature e le trasparenze degli abiti. Per l’uomo innovativo, nei tessuti, uno shantung rovesciato per ottenere una maggiore versatilità e leggerezza.

KÜHNE & KÜHNE

U F F I C I S T A M P A P . R

80122 NAPOLI – Via F. Giordani n.30 – Tel+39 081 7614223

00195 ROMA – Viale Mazzini n.142 – Tel+39 335 5355500

e-mail: kuhnepress@tin.it

facebook: kuhne & kuhne uffici stampa

skype: kuhneufficistampa

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *