Lettera di risposta all’avvocato Marino

Egregio avvocato leggo sulla stampa alcune considerazioni politiche di carattere generale, altre relative alla nostra Città ed in particolare ovviamente alla competizione elettorale che stiamo vivendo, altre di tipo religioso .

Tutte queste cose le condivido pienamente e non solo le vado declamando da tanti anni quanto le ho poste e le pongo in essere quotidianamente , come credo tutti sanno nella mia azione politica, amministrativa e di vita.
Queste considerazioni tuttavia che credo facciano parte del patrimonio comune di ogni benpensante , mostrano  il loro grande limite e, se mi consente, uno scarso garbo quando in buona sostanza costituiscono il corollario e probabilmente volutamente l’occasione per fare un appello, mi consenta anche questo, di ampliamento di campagna acquisti già da tempo avviata.
Lei è stato amministratore della nostra Città per molto tempo nel centrodestra e ad ha fatto anche politica; il muro al quale lei si riferisce probabilmente, anzi certamente, è storia, che anche lei ha contribuito a costruire.  Non che sia peccato mortale e forse nemmeno veniale passare da uno schieramento ad un altro, come è avvenuto per alcuni citta che dal centrodestra hanno aderito alla sua formazione, è tuttavia peccato cercare di captare benevolenza di elettori sulla base di questi passaggi.
Il consenso, il voto, le lo sa bene, lo si conquista con i programmi, con le idee e se si è stati già amministratori, con ciò che si è fatto.
Dire che il centrodestra si è frantumato e che non ha il candidato sindaco unitario, oltre ad essere una bugia, e le bugie non si dicono mai, specialmente se come lei ha affermato è un uomo di fede, è una cattiveria perché in questo modo si disorienta l’elettorato. Nel centrodestra Nazionale, come tutti sanno c’è una differente visione tra chi propone Bertolaso e chi propone la Meloni come sindaco di Roma. Se volessimo usare lo stesso metodo denigratorio che lei ha utilizzato  sarebbe sufficiente riportare , appena qualche giorno fa, le parole adoperate dal Presidente del Consiglio e segretario del Partito democratico Renzi nei confronti del Presidente della Regione Puglia e appartenente allo stesso partito suo e le risposte date da Emiliano a Renzi. Ma noi non le citiamo, perché intendiamo svolgere una campagna elettorale sui programmi, sulle cose da fare, sulla trasparenza, sul lavoro dei piccoli imprenditori, sul commercio, sull’autorevolezza dell’amministrazione e su tante altre cose che potrebbero rendere migliore la vita della nostra Città.
La prego per tanto, avvocato Marino, confrontiamoci su questi temi, anche a costo di tediare i cittadini e lasciamo da parte le polemiche, perché con queste non si approda a nessun porto sicuro, dal momento che i latini erano soliti dire che colui che è aggredito non ha in mano la stadera per misurare la reazione all’aggressione ricevuta.
Con viva cordialità
Riccardo Ventre
Candidato Sindaco del centrodestra

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *