MERAVIGLIE DAL MONDO…

 

eiffel_300_v0.jpg

La torre Eiffel (1887 – 1889)
Opera dell’architetto Gustave Eiffel, la torre d’acciaio è divenuta il simbolo di Parigi. Visitata ogni anno da sei milioni di persone.

castle_300_v0.jpg

Castello di Neuschwanstein (1869 -1884)

Uno dei simboli della Baviera e, in generale, di tutta la Germania. E’ il castello delle favole, per eccellenza. Fu fatto costruire dal re Ludwig II a partire dal 1869.

angkor_300_v0.jpg

Angkor – Cambogia

Forse il più enorme sito religioso del mondo, sicuramente il più importante monumento dell’Impero Khmer dell’Asia. Famoso per i suoi ornamenti e per la sua attraente bellezza.

alhambra_300_v0.jpg

Alhambra (XII secolo) – Granada, Spagna

Alhambra, è costituita dal Palazzo di Comares, dal Palazzo dei Leoni e da La Vela, la zona fortificata.

acropoli_300_v0.jpg

Acropoli – Atene (450 – 330 A.C.)

Il cuore dell’Atene classica. I templi dell’Acropoli sono divenuti alcuni dei più famosi punti di riferimento dell’architettura antica e moderna.

timbuktu_300_v01.jpg

Timbuktu (XII secolo)

Timbuktu, l’ultima città prima del deserto
Mali – Africa
Nel XII secolo era il punto d’incontro delle quattro vie per il commercio nel deserto. Era uno dei luoghi più ricchi al mondo, dove fu fondata la prima università della storia

colosseo_300_v0.jpg

Il Colosseo, Roma

Sono state proclamate le 7 Nuove Meraviglie:  il nostro Colosseo, le rovine maya di Chichen Itzá (Messico), quelle inca di Machu Picchu, il Taj Mahal in India, la Grande Muraglia cinese, il Cristo Redentore di Rio de Janeiro (Brasile) e l’antica città di Petra in Giordania.
Com’era prevedibile, data l’astensione dell’iniziativa da parte dell’UNESCO, ci sono state subito delle polemiche a livello internazionale.
La scelta è stata tra 21 luoghi sparsi in tutto il mondo. Il sondaggio mondiale è stato lanciato da New 7 Wonders Foundation, fondazione culturale privata. Oltre a una giuria di esperti,  le votazioni sono state aperte al pubblico.

chichen_300_v0.jpg

Chichén Itzá – Messico

Chichén Itzá (bocca dei pozzi di Itzá) è uno dei più importanti siti archeologicidella civiltà Maya. Situata a nord della penisola dello Yucatan, era una cittàmolto importante sia dal punto di vista politico che economico per il mondo maya.

petra_300_v0.jpg

Petra (9 A.C. – 40 D.C.)

Sito archeologico di notevole bellezza a sud della capitale giordana, Amman. Sino ad oggi l’unico modo per visitarla è a piedi o a cavallo.

machu_300_v0.jpg

Machu Picchu (1460-1470)

Siamo a circa 100 km da Cuzco, in Perù. Machu Picchu (vecchia montagna) fu voluta dall’imperatore Inca, Pachacutec, nel XV secolo. La città perduta degli Inca fu riscoperta solo nel 1911 dallo storico americano Hiram Bingham.

tajmahal_300_v0.jpg

Il mausoleo Taj Mahal ad Agra
India
Voluto dell’imperatore Shah Jahan, della dinastia musulmana dei Moghul, in memoria della sua amata moglie.
E’ un vero e proprio gioiello dell’arte musulmana in India

china_300_v0.jpg

 La Grande muraglia cineseWanlichangcheng, ovvero il lungo muro dei 10.000 li (il “li” equivale a circa 500 metri). Fu costruita, a partire dal 220 A.C., per difendere il territorio cinese dalle invasioni mongole.

cristo_300_v0.jpg

Cristo Redentore (1931)

Veglia, dalla collina del Corcovado, tutta la città di Rio de Janeiro. E rappresenta il calore del popolo brasiliano che accoglie i visitatori a braccia aperte.

 sydney_300_v0.jpg

Il Teatro dell’Opera di Sydney
Australia
Costruito dall’architetto danese Jerry Utzon, fu terminato nel 1973. E’ un simbolo di arte astratta

stonehenge_300_v0.jpg

Stonehenge (3000 A.C. – 1600 A.C.)

Siamo nei pressi di AmesburyGran Bretagna. I megaliti di Stonehenge sono avvolti da un alone di mistero, non si sa chi fu l’artefice nè il loro scopo principale. Pare che il primo accenno risalga al 1135, da parte di un cronista dell’epoca, il quale sosteneva che le pietre fossero state portate da una tribù di giganti dall’Africa all’Irlanda, e da qui fatte volare attraverso il mare da Mago MerlinoUn’altra leggenda racconta invece che furono rubate a una donna irlandese dal Diavolo ed erette nuovamente nella piana di Salisbury da Mago Merlino per il re dei Bretoni.

remlino_300_v0.jpg

Cremlino e Piazza Rossa

Il Cremlino, costruito nel 1156, è stata la residenza ufficiale degli Zar fino alla Rivoluzione d’Ottobre del 1917; oggi ospita l’ufficio del Presidente della Federazione Russa, a Mosca. Di fronte al Cremlino la storica Piazza Rossa

pasqua_300_v0.jpg

Monoliti di Rapa Nui

L’isola di Pasqua (Cile) costellata da oltre seicento colossali teste di pietra, chiamate Moai. Le più grandi arrivano sino a venti metri di altezza. Una leggenda dice che: “L’isola era dominata dai “Lunghi-Orecchi” che fecero costruire i “Moai” e gli “Ahu” ai “Corti Orecchi”, loro schiavi. Un giorno i Lunghi-Orecchi ordinarono ai loro schiavi di gettare tutte le pietre in mare, ma questi si opposero perché le pietre aiutavano a far crescere le patate e la canna da zucchero, unica fonte di sostentamento. I “Lunghi-Orecchi” decisero allora di uccidere tutti gli schiavi e di mangiarseli. Ma il piano fallì e, al contrario, i “Corti-Orecchi” riuscirono ad uccidere e bruciare i crudeli dominatori e divennero padroni dell’isola”.

nyc_300_v0.jpg

La Statua della Libertà – 1886

Simbolo di libertà e indipendenza, non solo per la città di New York, ma per tutti gli Stati Uniti. Fu donata dal governo francese agli USA in occasione del centanario dell’Indipendenza americana (1776)

kiyomizu_300_v0.jpg

Tempio di Kiyomizu

Siamo a Kyoto, in Giappone. Chiamato anche il Tempio delle Acque Chiare, è uno dei simboli più sacri del buddhismo in Asia

hagia_300_v0.jpg

Cattedrale di Hagia Sophia (532 – 537 D.C.)

Siamo a Istanbul in Turchia. La Cattedrale di Santa Sofia (Hagia Sophia) fu edificata durante il regno dell’Imperatore Giustiniano (532 – 537 d.C.). Dopo la caduta di Bisanzio, fu convertita in moschea ottomana. Da allora, la cupola, fu presa a modello per le moschee islamiche.

giza_300_v0.jpg

Piramidi di Giza

Sono le piramidi più importanti dell’Antico Egitto: Cheope, Chepren e Mykerinos. Tutte appartenenti a sovrani della IV dinastia.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *