“Milan l’è un gran Milan” – visitare la grande e bella città!

Ricordando con nostalgia la città di Milano, ci fa piacere fornire alcuni consigli utili per gli eventuali visitatori, perchè “Milan l’è un gran Milan”, e chi ci ha vissuto per quasi venti anni le vuole bene e la porterà per sempre nel cuore. Milano è vero, ha dei problemi. E’ vero, a Milano il panettone non è più quello di una volta, ma non sempre! Milano s’è impegnata tanto, per tanti anni; una città sobria, svelta, dall’accento europeo, con i suoi pranzi veloci, i suoi week rubati all’ufficio e tante tante sveglie sotto la nebbia: a ricordare che “la vita è dura”. Con le mamme impegnate in mansioni diverse: giornate difficili a lavoro e le corse in auto per essere puntuali ai doposcuola dei propri figli. Milano è sempre stata una città competitiva e lo è anche oggi. Milano è una città comunque speciale, sempre. Milano lavora sempre a ritmi incessanti. Milano ancora si vuol bene. A Milano ci sono ancora i teatri più belli, ancora i grandi giornali scrivono a Milano. Ancora i Cabaret fanno ridere, molto. Milano non s’è lasciata andare. Per i milanesi , il centro, l’inverno e le luci dei negozi, i cinema e le castagne, San Siro e l’ufficio, sono ancora una buona vita.

La città di Milano non ha di certo i tantissimi monumenti e musei che si possono trovare in altre città come Firenze, Rom o Venezia

Visitare Milano è l’occasione per tuffarsi tra le vie dell’alta moda, godere della bella gente che si incontra nei locali presenti sui navigli e visitare per lo più i musei che propongono sempre mostre di pittori noti nel panorama internazionale.

 Ed allora via... Si parte! ..Per poter sfruttare al meglio le giornate e visitare più luoghi ti consigliamo di seguire il seguente itinerario.

 Il Duomo di Milano

Il primo giorno si può cominciare la visita della città con l’imponente Duomo, simbolo di Milano ed una delle chiese più grandi d’Europa. La visita permette anche di salire fin sulle guglie, arrivando ad ammirare la statua della Madonna da una certa vicinanza.

 

Duomo di Milano

Galleria Vittorio Emanuele II

Da Piazza del Duomo, facilmente raggiungibile anche con la metropolitana, ci si dirige verso la Galleria Vittorio Emanuele II che è un po’ il salotto cittadino.

 

Galleria Vittorio Emanuele II – Foto: Mike Beales Flickr

Teatro alla Scala

La Galleria permette di arrivare in breve tempo, tramite un passaggio coperto, a Piazza della Scala, dove si potrà ammirare il famoso teatro.
Se si è appassionati di opere teatrali si consiglia di informarsi per tempo sulle eventuali programmazioni di tale teatro ed acquistare tempestivamente i biglietti, altrimenti non facilmente reperibili. (A questo proposito non potrò mai dimenticare la meravigliosa serata alla scala del primo anniversario di matrimonio che alcuni amici hanno regalato a Gianni ed a me, facendoci una bellissima sorpresa. Quella sera c’era in programma un fantastico balletto “Giselle” – TROPPO BELLO!!!)

 

Teatro alla Scala

Oggi la Galleria Vittorio Emanuele II è uno dei luoghi più chic di Milano ed al suo interno si trovano numerosi café, ristoranti e negozi di griffe famose, alla pari dei negozi della celebre Via Montenapoleone e Via della Spiga. (Nei paraggi ci sono anche gli uffici della  Dischi Ricordi dove  per molti anni ho svolto il mio lavoro di responsabile Ufficio clienti).

La Pinacoteca di Brera

Da visitare la celebre Pinacoteca di Brera, il museo più prestigioso della città dove trovare numerosissime opere d’arte dei più grandi pittori di sempre.

Si potranno ammirare i dipinti di Sandro Botticelli, Umberto Boccioni, Angelo Bronzino, Caravaggio, Piero della Francesca, Andrea Mantegna, Francesco Hayez, Amedeo Modigliani, Canaletto, Picasso, Raffaello, Pietre Paul Rubens, Tintoretto e molti altri ancora.

 

Pinacoteca di Brera

Le vie della moda: Corso Vittorio Emanuele II e Monte Napoleone

Il pomeriggio può proseguire curiosando tra le vie dell’alta moda, dirigendosi verso Corso Vittorio Emanuele II e verso Via Montenapoleone, quindi ci si potrà rilassare con un aperitivo in una delle zone più caratteristiche e mondane di Milano, ovvero i navigli.

Se vuoi avere la sensazione, anche se virtuale, di girare per le vie della moda Milanese ecco Via Monte Napoleone

I Navigli la zona ricca di locali notturni, frequentati dai milanesi e turisti

Si tratta di una serie di canali costruiti tra il 1179 ed il XIX secolo per diversi motivi, ovvero per agevolare il trasporto delle merci, per semplificare l’irrigazione e come scopo difensivo. Il primo ad essere costruito fu il Naviglio Grande, mentre uno degli ultimi fu il Naviglio Pavese.
Nel corso del XIX secolo, per motivi igienici, si decise di coprire i navigli passanti dentro città, ad esclusione dei due sopraccitati; oggi la zona tra il Naviglio Grande ed il Naviglio Pavese è ricca di locali notturni, sempre frequentati dai milanesi e dai turisti.

Naviglio grande

 1

Santa Maria delle Grazie

Chiunque è appassionato di arte non perderà l’occasione per vedere la celeberrima “Ultima cena” di Leonardo, visibile a Santa Maria delle Grazie.
Visto l’afflusso impressionante di turisti è necessario prenotare i biglietti almeno alcuni giorni prima.
In caso contrario ci si dovrà accontentare di vedere la splendida chiesa ed il chiostro, comunque di grande fascino e interesse.

 

Santa Maria delle Grazie

Parco Sempione

Finita questa visita ci si può dirigere verso Corso Magenta e da qui proseguire verso un’altra grande attrazione della città, ovvero il Parco Sempione.
E’ un’importante area verde di Milano, con laghetti, monumenti e sculture moderne. Se è una bella giornata di sole si può approfittare per fare un pic nic, mangiandosi un panino godendosi l’aria mite, altrimenti in zona è possibile trovare bar e vari locali dove poter pranzare.

Parco Sempione – Foto: Letizia Barbi Flickr

L’Acquario Civico di Milano e il Castello Sforzesco

Dirigendosi verso il lato nord-est si raggiungerà l’Acquario oppure sempre in zona centrale è possibile visitare il Castello Sforzesco, uno degli edifici più interessanti della città. Si trova ai margini di Parco Sempione e fu voluto da Francesco Sforza.

 

Castello Sforzesco – Foto: Patrick Lauke

I Musei di Milano

Nelle stanze del Castello Sforzesco ci sono svariati musei come la Pinacoteca, il Museo della preistoria, il Museo Egizio, il Museo d’arte antica, il Museo del mobile ed il Museo degli strumenti musicali; inoltre ci sono una libreria ed una biblioteca d’arte.

A Milano ci sono numerosi altri musei facilmente raggiungibili con la metropolitana ed i mezzi pubblici. Per chi fosse interessato vengono citati i principali: Museo Bagatti ValsecchiMuseo Poldi PezzoliMuseo del RisorgimentoMuseo civico di storia naturaleMuseo nazionale della scienza e della tecnologia Leonardo da Vinci.

 

Il Grattacielo Pirelli

Se nel pomeriggio dovesse esserci ancora un po’ di tempo si consiglia di salire fin sulla cima del Grattacielo Pirelli, per ammirare la città dall’alto. La struttura è di recente costruzione ed oggi ospita alcuni uffici della Regione Lombardia.

Nonostante ciò in alcuni giorni della settimana è visitabile e periodicamente vi vengono allestite delle mostre temporanee.

 

Grattacielo Pirelli – Foto: Leandro Neumann Ciuffo Flickr

Il Planetario

Un’altra attrazione della città da non perdere è il Planetario, uno dei più grandi d’Italia; luogo di grande interesse e di grande fascino per grandi e bambini. Situato nei giardini di Porta Venezia  è una struttura didattico-museale con una cupola dove all’interno un planetario proietta l’immagine degli astri e i loro movimenti nella volta celeste

Il video su Milano da vedere!Le immagini più belle della città di Milano raccontate in questo video spettacolare

 

Visitare Milano è un’esperienza particolare. Secoli e secoli di storia, di sperimentazione artistica, di distruzione e rinnovamento, di fervore culturale e scientifico, hanno dato alla città il volto che la contraddistingue oggi.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *