MONDRAGONE , ISISS STEFANELLI. ANCHE GLI STUDENTI DEL CORSO SIRIO PROTAGONISTI DEL LIBRO ” LA GIOIA DI COMUNICARE CON LA POESIA “- PREMIO CALLIOPE 3 2016/2017

di Giovanna Paolino

Mondragone. Ancora un successo per gli Studenti dell’Isiss ” N. Stefanelli ” di Mondragone del quale e’ Dirigente Scolastico la Prof.ssa Giuseppina Casapulla.

Questa volta i protagonisti sono gli Studenti del Corso Sirio –  Percorso di II livello ex Serale -,  guidato dal vulcanico Pietro Ciriello,  che hanno brillantemente partecipato   alla 3a Edizione del Concorso di Poesia  ” Calliope ” 2016/2017 e le cui pubblicazioni  sono state inserite nel libro ” La Gioia  di Comunicare con la Poesia “, opuscolo che comprende i migliori dieci testi delle tre sezioni inerenti il concorso organizzato dai Giornalisti Matilde Maisto e Mattia Branco.

Questi gli Studenti del Corso Sirio  Stefanelli che hanno preso parte alla Terza Edizione del Premio Calliope 2016/2017 : Vincenzo Lungo e Stefano Ventrone.

Vincenzo Lungo, Vincitore del Premio Speciale della Giuria Premio Calliope 3 ,  ha partecipato al concorso con un intenso e suggestivo componimento dal titolo ” Il carcere ed il tempo” il cui testo ,al momento della premiazione che si e’ svolta lo scorso anno, fu mirabilmente letto dall’attore  Salvatore Sticca.

Altra eccellenza del Corso Sirio Isiss Stefanelli e’ lo Studente Stefano Ventrone,  noto rapper  meglio noto come Staez , che ha partecipato al concorso con i testi di alcune sue canzoni.

La presentazione del libro “La gioia di comunicare con la poesia”, nel quale sono inseriti anche i componimenti di Vincenzo Lungo e di Stefano Ventrone, si svolgera’  giovedì 12 Aprile 2018 alle ore 17,30, presso l’Aula Magna dell’Istituto Comprensivo “U. Foscolo” sito in Via Settembrini – Cancello ed Arnone (CE).

” Siamo molto felici di questo riconoscimento – ha commentato il D. S. Giuseppina  Casapulla  – che rappresenta per tutti i nostri studenti lo sprone ad andare avanti nel percorso di studi e di vita intrapresi . E’ una nostra grande vittoria alla sfida che ogni giorno il Corso Sirio dello Stefanelli mette in atto sul territorio”.

” Il nostro ringraziamento – ha continuato  il Prof. Pietro Ciriello – va al Dirigente Scolastico Giuseppina Casapulla, che sostiene le nostre iniziative , e alla organizzazione del Premio Calliope 3 , da Matilde Maisto a Mattia Branco per finire  alla intera giuria  che  ha consentito di dare voce ai nostri ragazzi ”.

” Un ringraziamento – ha concluso Pietro Ciriello – ai Docenti del Corso Sirio Isiss Stefanelli che , quotidianamente, sostengono i nostri studenti e li esortano al conseguimento di sempre migliori mete culturali e sociali”.

Il prossimo 12 aprile , dunque, una delegazione di Docenti e Studenti del Corso Sirio Stefanelli si rechera’ alla presentazione del libro ” La gioia di comunicare con la poesia ” nel quale sono inserite anche le opere di Vincenzo Lungo e Stefano Ventrone.

Sono previsti i saluti Istituzionali della prof.ssa Maria Martucci, Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo “Ugo Foscolo” di Cancello ed Arnone ed a seguire il dottor Pasqualino Emerito, Sindaco del Comune di Cancello ed Arnone.

Intervengono: Matilde Maisto, giornalista organizzatrice dell’evento; Mattia Branco, giornalista presidente dell’evento; Raffaele Raimondo, relatore e componente di Giuria.

Le prime tre poesie classificate per le tre sezioni: G 1 (ragazzi dai 10 ai 14 anni); G2 (ragazzi dai 15 ai 18 anni) e le poesie sezione Adulti, verranno lette e recitate da Anna D’Ambrosio e Salvatore Sticca.

Le conclusioni saranno affidate al professore Aldo Cervo, Presidente di Giuria del Premio che nella prefazione al volume dice: “Il volumetto promosso dal Comitato organizzatore del Premio letterario “Calliope” operante in Cancello ed Arnone, accoglie complessivamente trenta liriche, precisamente dieci per sezione, ciascuna delle quali esibisce una propria fisionomia che ne attesta l’autenticità: semplice, elementare quella dei Ragazzi; turbata, inquieta quella dei Giovani; ponderata, riflessiva quella degli Adulti.

L’impianto linguistico-espressivo è parimenti differenziato offrendosi, per la prima, immediato e trasparente; più tentato da soluzioni temerarie per la seconda; per la terza, infine, misurato e discorsivo. Il tutto, sia chiaro, da intendersi in termini di prevalenza, non mancando, all’interno di ciascuna sezione, spunti e costrutti difformi, diversi per tematiche e veste formale. Ciò detto, è tuttavia reperibile un denominatore comune, che si fa garante dell’unitarietà della silloge. Essosi concretizza e si visualizza sul piano del contenuto in un motivo ispiratore pressoché corale, aperto a problematiche sociali, ma anche del genere soggettivo.

Cui prodest – ci si chiede – siffatto lavoro? Intanto è testimonianza di un attivismo culturale del Basso Volturno, i cui frutti già sono visibili nel relativo tessuto sociale. Inoltre rende legittima notorietà a concorrenti che, dissociandosi dalle aspettative della massa, riepilogabili in una banale, ripetitiva quotidianità, ne coltivano una, molto più nobile, che è l’amore per la “parola creativa” che si fa poesia. Il che, considerati i tempi che viviamo, non è cosa da nulla.”

Precisiamo, infine, che il volumetto è stato sponsorizzato dalla Farmavia.it che ha permesso la pubblicazione dello stesso.

 

Fonte Belvedere news.net

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *