“Not a Clasical Concert” Concerto di Luca Amitrano

20 febbraio 2015 ore 20:00 Basilica di San Giovanni Maggiore Ingresso libero

Venerdì 20 febbraio 2015 alle ore 20:00 presso la Basilica di San Giovanni Maggiore Pignatelli, il Kestè con la coproduzione del Comune di Napoli, Assessorato alla Cultura, presentano il concerto di Luca Amitrano, neo vincitore del Los Angeles Music Awards, accordatogli come Instrumental Artist of the year.
“Not a Classical Concert” è il titolo del concerto/festa che Luca Amitrano presenterà il prossimo 20 febbraio presso la prestigiosa Basilica di San Giovanni Maggiore Pignatelli, alle ore 20:00.
L’evento, organizzato dal Kestè con la coproduzione del Comune di Napoli, assessorato alla cultura, sarà un modo per celebrare la vittoria di Luca del Los Angeles Music Awards, accordatogli come Instrumental Artist of the year. Un premio internazionale che viene assegnato a giovani emergenti della musica indipendente internazionale. Un importante gratificazione per Luca Amitrano che gli consentirà di poter accedere a nomination di premi internazionali ancor più prestigiosi.
Luca gode di una camaleontica capacità di sperimentarsi e di mettersi alla prova. I suoi concerti possono regalare sempre qualcosa di inaspettato, originale e colorato. Se si è tra il pubblico, si potrebbe essere chiamati a suonare con lui, anche se non si è mai mai sfiorato i tasti di un pianoforte. Il suo rapporto con lo strumento è profondamente intimo, figlio di una conoscenza più che ventennale (Luca suona il piano da più di 30 anni).
Allegro ma con un po’ di saudade brasiliana, classico ma con venature jazz. Un artista all’avanguardia dunque che non ha mai dovuto pagare per studiare: “ la mia fortuna piu’ grande e’ stata di aver avuto sempre persone che hanno creduto in me tanto da no aver mai dovuto pagare una lezione di musica. Quando ho iniziato a studiare composizione, ho avuto la fortuna di incontrare il grande maestro / principe Francesco D’ Avalos che si è prestato a darmi lezione di composizione e a trascrivere la mia prima composizione” La sua affermazione non viene soltanto dagli mportanti premi e dai tantissimi concerti tenuti in tutta Europa e nel mondo, ma anche e forse soprattutto, dalla sua voglia e dal desiderio costante di giocare con la Musica e con il pubblico.
Nella carriera di Luca Amitrano troviamo importanti presenze tra cui il concerto per il Royal Ballet di Londra e quello a soli 5 anni nella Basilica della Madonna dell’Arco, quindi in Polonia sul pianoforte del grandissimo Rubinstein nel museo/ teatro a lui intitolato ed ancora per il Balletto della Scala di Milano e di Dresda e a casa sua, al San Carlo di Napoli e al Festival di Ravello e poi tornare in un piccolo locale del centro antico o suonare per strada la fisarmonica poco dopo aver ritirato il Primo Premio conferitogli dal Teatro San Carlo.
“Napoli è stata rappresentata da un pianista a Los Angeles, da un giovane musicista che usa mischiarsi alla gente, suonare nei luoghi come il Kestè e che ama definirsi “artigiano” piuttosto che artista” era d’obbligo celebrare tale affermazione, per Luca e per Napoli, afferma Fabrizio Caliendo, fondatore del Kestè ed organizzatore dell’evento che trova la coproduzione dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli.
L’ingresso in Basilica sarà libero, per dare l’opportunità a tutti di prendervi parte anche se questo evento sarà il primo di una serie che servirà a raccogliere i fondi per far partire il progetto per il primo bagno pubblico al Decumano del Mare. Un progetto ideato dal Kestè con l’importante partecipazione degli studenti dell’Istituito L’Orientale, (associazione Link), e gli studenti dell’università di Architettura Federico II (associazione Riscatto Urbano). L’organizzazione chiederà quindi di aderire al progetto con un contributo libero.
“Mi piacerebbe che la musica diventasse una necessità primaria dalla quale nessuno ne restasse lontano più di un giorno, un po’ come il dover andare in bagno”.
Con questa frase Luca ha accettato di suonare per contribuire anche a questo progetto di riqualificazione urbana.

Fabrizio Caliendo
fabriziocaliendo@keste.it
+393392069868

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *