Riccardo Ventre invia una lettera al sindaco

La crisi che attanaglia il Comune di Caserta diventa sempre più lotta dai lunghi coltelli anche quando le cose sembrano ricomporsi come è avvenuto oggi con il cosiddetto rimpasto degli assessori. 

Queste sostituzioni hanno lasciato morti e feriti acuendo ancora di più, al di la delle apparenze i dissidi all’interno dei singoli gruppi che dovrebbero sostenere il Sindaco Marino ed allora cosa fare! Si dimetta Sindaco ne guadagna sotto ogni aspetto ed evita cose peggiori, come quelle ad esempio per parlare di quisquilie, il dire pubblicamente bugie come ha fatto ieri in Consiglio Comunale quando ha detto che tutto questo disastro economico, amministrativo, morale è stato provocato dagli ultimi 4 anni di amministrazione dimenticando, o fingendo di dimenticare, che disastri di questo genere non nascono la sera per la mattina, ma che trovano le loro radici almeno negli ultimi venti anni di amministrazione durante i quali lei e non io è stato protagonista primario della vita amministrativa del comune.
Ed ancora dicendo che lei ha fatto in pochi mesi tutto ciò che andava fatto mentre i dirigenti non hanno provveduto a fare ciò che dovevano quasi come se l’amministrazione politica fosse una cosa del tutto distinta e separata da quella tecnica.
Vedo che lei pur esperto e navigato amministratore incomincia a perdere colpi! Ed ho citato le cose più banali .
Allora ridia fiato alla città e se mi consente anche a lei stesso, ridia ai cittadini casertani la possibilità di eleggere un Sindaco che sia autenticamente capace di far rinascere questa città.
P.s. Per evitare fraintendimenti è pacifico che il riferimento non è in alcun modo a me!

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *