Ricordo della Rosa d’oro alla Regina Elena. Commemorazione delle vittime del terremoto in Italia centrale

L’Associazione Internazionale Regina Elena Onlus organizza una giornata importante domenica 26 marzo 2017 nella IV Domenica di Quaresima, il giorno dopo la solennità dell’Annunciazione del Signore, festa dell’Ordine Supremo della SS.ma Annunziata.

L’intento è quello di commemorare l’80° anniversario della consegna della Rosa d’oro della Cristianità alla Regina Elena da parte di Papa Pio XI e di ricordare le vittime dei terremoti in Italia Centrale a sette mesi dal 24 agosto 2016. L’abbinamento dei due eventi è naturale per il ricordo di Elena del Montenegro che così generosamente si impegnò dopo il terremoto di Messina e Reggio Calabria del 28 dicembre 1908.

La prima parte della giornata si svolgerà nella Reale Basilica di Superga, con una solenne S. Messa alle ore 10. Al termine, l’Associazione Internazionale Regina Elena Onlus consegnerà un attestato di ringraziamento a coloro che hanno partecipato alla sesta missione a favore delle popolazioni terremotate, che si è svolta il 3 febbraio scorso nella provincia di Ascoli Piceno alla presenza del Sindaco di Arquata del Tronto, la città più distrutta di tutta la provincia marchigiana.

Anche la Provincia Granda sarà onorata, perché l’Unione montana delle Alpi del Mare ha subito risposto all’appello dell’Associazione Internazionale Regina Elena Onlus, sempre molto presente nella nostra regione da oltre 30 anni. Così i Sindaci di Boves e di Valdieri si sono recati nelle Marche a nome dell’Unione e hanno consegnato aiuti e un assegno di 7.850 euro. Una prova ulteriore della solidarietà attiva dei comuni cuneesi, in particolare di quelli che hanno ben conosciuto la Regina Elena, che ha soggiornato per quasi 40 anni d’estate a Sant’Anna di Valdieri con tutta la famiglia, come ha ricordato con stile Walter Cesena nel suo bellissimo libro I Savoia in Valle Gesso. Diario dei soggiorni reali e cronistoria del distretto delle Alpi Marittime dal 1855 al 1955 (Edizioni Primalpe) e nella mostra Sua Maestà Elena – Donne di corte, donne di montagna, tuttora allestita al Museo della Segale di Valdieri.

Dopo la cerimonia nella Reale Basilica di Superga, il programma prevede la discesa nella Cripta per la deposizione di un omaggio floreale presso il cenotafio della “Regina della Carità” creato dall’Associazione Internazionale Regina Elena, e la commemorazione ufficiale a cura del noto storico e scrittore Cav. Gr. Cr. Prof. Pier Franco Quaglieni, Direttore generale del prestigioso Centro “Pannunzio”. Seguirà una visita guidata culturale e storica dell’edificio voluto dal Duca di Savoia Vittorio Amedeo II nel 1706.

Il programma del sodalizio è realizzato in collaborazione con il Gruppo Volontari Basilica di Superga.

Dopo una colazione con piatti attinti dai ricettari ottocenteschi sabaudi nel ristorante del complesso sabaudo, i partecipanti raggiungeranno la Reale Certosa di Collegno per la seconda fase della giornata, che inizierà con un omaggio ai Cavalieri dell’Ordine Supremo della SS.ma Annunziata sepolti nella Cappella restaurata dall’Associazione Internazionale Regina Elena. La Vergine Maria è chiamata la Santissima Annunziata. Nove mesi separano questo giorno dalla data liturgica della Natività del Signore. Nel Medioevo l’Annunciazione segnava, in molte località, l’inizio dell’anno civile ed era punto di riferimento per la numerazione degli anni.

Seguirà la visita guidata gratuita del complesso fondato nel 1641 dalla Duchessa Madre di Savoia Cristina di Borbone di Francia, figlia del capostipite della Casa di Borbone Enrico III di Navarra che regnò in Francia dal 1594 al 1610 con il nome di Enrico IV. In conclusione è prevista la visita della mostra-mercato specializzata nel settore florovivaistico di qualità.

 

 

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *