San Michele di Alife in festa, partita la nuova edizione di ‘restate in parrocchia’

di Daniele Palazzo.

ALIFE-Spettacoli, animazione, divertimento,  ma, soprattutto, tanta voglia si sentirsi protagonisti del proprio tempo e di stare insieme in sana allegria e con spirito di apprendimento e costruttiva condivisione. Questi gli ingredienti principali della manifestazione “Restate in Parrocchia”, che, voluta dal titolare della Parrocchia di San Michele Arcangelo(siamo nell’omonima frazione del Comune di Alife), Don Stefano Pastore, ha preso inizio alle ore 9.00 di ieri mattina, 13 giugno, per andare a concludersi il 17 giugno prossimo. Un progetto sicuramente lodevole e che, comunque, è stato molto ben accolto dall’intera comunità locale, che, va detto e sottoscritto, nella quasi totale latitanza delle istituzione preposte, deve la sua vitalità solo ed esclusivamente all’ottimo lavoro, anche in chiave sociale ed aggregativa, svolto dalla Chiesa locale. L’evento di cui ci occupiamo, in aggiunta a tutta una serie di importanti e rimarchevoli iniziative in tal senso, ne sono testimonianza più che eclatante. C’è, però, nell’aria una fresca ventata di nuovo, unfievole barlume di luce che lascia ben sperare per il futuro del piccolo sobborgo alifano. Infatti, il nuovo Sindaco di Alife, Salvatore Cirioli, dicendosi entusiasta per il lavoro svolto da Don Pastore e dai suoi collaboratori, ne ha sposato in pieno lo spirito e l’essenza. Non solo. Oltre ad accordare il patrocinio dell’Ente che amministra alla kermesse stessa, Cirioli si è premurato anche di presenziare all’inaugurazione della “cinque giorni” sammichelese. Teatro dell’importante evento i moderni e funzionali saloni parrocchiali, che, annessi alla nuova chiesa di San Michele Arcangelo, nei quali, da ieri mattina e, per i tre giorni che seguiranno, è in corso d’opera una nuova puntata della serie che, parafrasando una nota campagna di sensibilizzazione ed informazione su quanto e cosa la Chiesa Cattolica per chi è nel bisogno, sembra recitare in questo modo: “…chiedilo a Don Stefano e ai suoi ragazzi, che, in nome e per conto di Gesù Cristo, fanno davvero tanto e di più per i loro simili e te lo vogliono raccontare”. Per quanti desiderassero saperne di più, sono disponibili le utenze di telefonia mobile 3385921576(Angela) e 3273619656(Erminia).

4

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *