Santillo: con Di Lorenzo per realizzare una vera rivoluzione sul piano amministrativo

 UNITI PER PIEDIMONTE.

 «Mi candido a Piedimonte per mettere la mia esperienza politica ed amministrativa a disposizione della comunità. Ricordo a me stesso che, prima che io facessi il sindaco, San Potito era un paese arretrato e che oggi non c’è una casa che non ha tutti i servizi. In questa squadra e nel sindaco Di Lorenzo ho ritrovato lo stesso entusiasmo e la stessa voglia di fare che c’era nel gruppo di quegli anni e sono convinto che, tutti assieme riusciremo a fare una vera e propria rivoluzione a Piedimonte Matese». Così Gianluigi Santillo spiega le ragioni che lo hanno spinto a candidarsi al consiglio comunale nella lista Uniti per Piedimonte a sostegno di Luigi Di Lorenzo sindaco. «A quanti criticano il fatto che io sia di San Potito, comune che dista un tiro di schioppo, voglio precisare che io opero sul piano professionale e politico a Piedimonte Matese da circa 35 anni – ha sottolineato Santillo – la casa è di chi la vive non di chi ci nasce».

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *