Scontro tra auto e cinghiale: evenienze un tempo rare



E’ accaduto nel tardo pomeriggio di ieri Lunedì 31 Gennaio 2022, poco prima che il sole si congedasse. Un evento, questo, che come è riportato nel titolo, solo un tempo era cosa rara, oggi non si può asserire il medesimo.
Lungo il tratto di Statale Venafrana, al confine tra il comune di Presenzano (CE) e quello di Sesto Campano (IS) –  dunque lì dove termina il territorio regionale della Campania e principia quello della regione Molise – proprio all’ora di traffico più intenso, un cinghiale intento a cercar fortuna a valle, è sbucato improvvisamente dall’adiacente selva montana invadendo senza remore la carreggiata.
Inevitabile l’impatto con un’autovettura in quel momento in transito – una Audi A3 – che finendo nel fossato al lato del manto stradale, ha riportato danni importanti. Fortunatamente illese le persone all’interno dell’abitacolo.
Come se non bastasse, anche un ulteriore mezzo – questa volta un camion – che seguiva l’Audi, ha colpito la bestia selvatica, finendola e lasciandola esanime sull’asfalto.

Il sinistro ha causato pesanti rallentamenti e disagi alla circolazione, nell’attesa che la carcassa animale venisse rimossa.

Questo ennesimo fatto deve far ragionare tutti noi su quanto l’attenzione non sia mai troppa e non basti mai. Vedersi dinnanzi presenze di tale entità non è più una meteora ma ormai capita molto di frequente, ahinoi, non solo in zone di montagna ma dappertutto (Roma insegna).
Non è importante la velocità, non è importante la luminosità. E’ fondamentale entrare nell’ottica di una coscienziosità viscerale, costante, eterna: uscire dall’insensata e fuorviante posizione del “tanto è difficile che succede…”.
Al contrario, è maledettamente semplice e frequente.

Loreto Zullo

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *