Consulta e CSM: assalto alla diligenza