Team Penning, Torneo Invernale “La Fattoria&Sergio Reiners”: conclusa la seconda tappa, si va verso il Campionato Regionale

SAN FELICE A CANCELLO – Pochi “No time” e tifoseria da stadio per i penners che la scorsa domenica, 15 marzo, si sono sfidati fino all’ultimo colpo di redini nella seconda e penultima giornata di gare del Torneo Invernale “La Fattoria&Sergio Reiners” che si è svolta presso il Centro Ippico The Best Horse di via Piazza Vecchia a San Felice a Cancello. Antonio Mastrostefano ed Emidio Filace i giudici di gara, coordinati dal responsabile di segreteria Vincenzo Fusco. Tante le squadre iscritte, molti anche i penners forestieri, segno che il Team Penning Campano si prepara ad una primavera ricca di entusiasmo per una disciplina che ha radici profonde e che perciò merita di essere conosciuto a fondo, dati i sacrifici e l’impegno sempre costanti di cavalieri e cavalli.

Un torneo invernale freddo di nome e di fatto ma che va verso la primavera con nuovi campioni che rifioriranno, pronti per il Campionato Regionale targato Fitetrec Ante che si avvia al fischio d’inizio: prima tappa prevista per il 29 marzo presso il Ranch Di Lascio a Capaccio.

Cavalli scalpitanti sulla start line, pochi secondi a disposizione dei tre cowboy in partenza per studiare la mandria, un colpo d’occhio ai numeri e si parte. Lo speaker che ripete tre volte il numero estratto a sorte del vitello da “tagliare” e poi si fionda o si fiondano, a seconda della strategia di squadra, il binomio o i binomi tra i vitelli, 30. Giù le redini e su l’adrenalina, si fanno i conti con l’animale prescelto. Ed è proprio in quella manciata di secondi che si decide la gara. Il cavaliere punta l’obiettivo e il cavallo con le orecchie basse, segno di uno spiccato cow sense, decide come portarlo fuori dal gruppo, su, fino al “pen” posto all’estremità dell’arena. Unico pensiero del vitello, in quel momento, è ricompattarsi alla mandria, dunque vince la squadra che in meno tempo riesce a volerlo nel “pen”. Azione, adrenalina, abilità, allenamento le parole imperanti e gli ingredienti necessari per centrare l’obiettivo, che in questo caso è oltrepassare con un braccio al cielo la soglia del pen.

Un primo posto, della categoria Open a 15 punti, che va fuori Regione con la vittoria impugnata dai penners Crescenzo Gilotti, Giuseppe Fazioli e Nicola Simone che con la squadra “Cow Farm” hanno totalizzato tra le altre cose anche il miglior Go della categoria con un tempo di 23,39. Accompagnata da un fragoroso boato la conquista del secondo posto a vantaggio del Team “La Marca Ranch” che con Stefano Cioffi, Aldo Costarella e Antonio La Marca si è aggiudicata la chiusura di 6 vitelli in un tempo di 52,26. Terzo posto targato “Southern Ranch Play Off” che con il cowboy Giuseppe Di Cerbo riesce a salire sempre sul podio, in questo caso in compagnia di un padre e un figlio ormai volti noti di questa disciplina, Alfredo e Silvio Telese. In sella a Kit Dual, al suo debutto in società, Giuseppe Di Cerbo & Co ha chiuso, con un 54 tondo tondo, 6 vitelli nel pen. Terzo posto che si trasforma in primo della categoria Limited a 9 punti, dove a stravincere è stata la squadra “Peppinotto Team”, formazione in cui stavolta Di Cerbo ha trovato una sintonia perfetta con i suoi due giovani e scattanti allievi Miriam Longobardi e Mario Pagano che hanno dato l’assist perfetto per un sensazionale Go chiuso in un tempo di 15,66, utile per la vittoria schiacciante con un tempo di 39,76 e 6 capi. “Southern Ranch Coniglio Bianco” il secondo posto: ancora Di Cerbo ma stavolta con Vincenzo De Rosa e Francesco Di Guglielmo a chiudere i due Go in un tempo di 58,76. Donato Napolitano, Stefano Bruno e Giuseppe Zitano i protagonisti del terzo posto in classifica, membri del team “Legno Design 2”. Belle soddisfazioni anche per la categoria Novice a 6 punti dove i cowboy in erba hanno dimostrato già grandi doti: la squadra “Southern Pagano”, con Nicola Bellopede, Mario Pagano e Miriam Longobardi, ha portato a casa un primo posto superando di soli 13 secondi il minuto; sempre Longobardi anche al secondo posto affiancata stavolta da Gennaro Ianniciello e Raffaele D’Angelo che con un tempo di 1:34,32 hanno chiuso 6 vitelli mentre a chiuderne 2, aggiudicandosi il terzo posto, Alessandro Sabatino, Nunzio Brunaccini e Nicola Bellopede.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *