TEANO. Arriva la fiaccola della pace per i 100 anni della grande guerra

TEANO La Fiaccola della Pace dei 100 anni della grande Guerra attraverserà le strade di Teano giovedì 21 maggio a partire dalle ore 10:30. L’evento promosso dal Movimento internazionale per la Pace e la Salvaguardia del Creato III Millennio, presieduto dalla testimonial per la Pace Agnese Ginocchio, è svolto in collaborazione con l”ISISS “U.Foscolo” di Teano ed il Primo Circolo Didattico, diretti dal preside Paolo Mesolella e dall’Istituto Comprensivo “Laurenza” diretto dal preside Antonio Mancini con il patrocinio del Comune di Teano guidato dal Sindaco Nicola Di Benedetto, l’ assessore alla Pubblica Istruzione prof.ssa Gemma Tizzano, l’Associazione Bersaglieri del Presidente Pasquale Pino. Il passaggio della Fiaccola della Pace avverrà con una Marcia per la Pace che partirà da Piazza Vescovato e raggiungerà il Convento di Sant’Antonio. “Dopo 100 anni di orribili massacri, guerre e crimini contro l’umanità, – spiega Agnese Ginocchio, testimonial dell’evento – è venuta l’ora di inaugurare l’ Era della Pace. Il programma dell’evento prevede un incontro nella cattedrale con il parroco, un incontro con il superiore del monastero dei frati francescani di San Antonio e la piantumazione di un albero d’ulivo intitolato alla Pace; seguirà la declamazione dell’Appello per il riconoscimento del Diritto Umano alla Pace, che verrà consegnato ufficialmente in segno di impegno al Sindaco e ai Dirigenti Scolastici che aderiranno alla rete provinciale degli Enti Locali per la Pace e alla rete delle Scuole di Pace della provincia. “Per piantare e seminare la Pace, continua Agnese Ginocchio, bisogna lavorare insistentemente, come si lavora la terra. E lavorare la terra spesso ci fa sporcare anche le mani!”. “La Fiaccola della Pace – sottolinea il preside Mesolella- rappresenta un evento importanti per questa terra”. L’appello che sarà declamato infatti, esalta i valori della concordia e della cooperazione, nelle piccole come e nelle grandi realtà, il ripudio alla guerra e ad ogni forma di conflitto armato, la doverosa difesa degli innocenti, il coraggio della scelta nonviolenta, la promozione della cultura della Pace, un valore necessario che va insegnato ai giovani sin dalla più tenera età, perchè solo, la formazione alla coscienza di Pace potrà evitare il pericolo ulteriori conflitti”.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *