Trasporto pubblico locale- CLP SpA ex ACMS: le sigle sindacali annunciano disservizi e richiesta di incontro urgente con gli amministratori della società

by giovanna paolino

A partire da questa settimana sono previsti disservizi nel Tpl – Trasporto Pubblico Locale gestito dalla Clp spa ex Acms.

Le  Segreterie Provinciali di Caserta della  Filt Cgil  A. Lustro-  Fit Cisl  P.Federico –  Uil Trasporti  V. Sperlongano – Ugl  G. Donato –  hanno richiesto un urgente incontro con gli Amministratori CLP spa  Vincenzo Molisso  e  Giovanni  Armonioso  e , per conoscenza, alla Prefettura di Caserta, alla  Prefettura di Napoli , al Presidente della Regione Campania On. Vincenzo  De Luca, al Presidente IV Commissione Trasporti Regione Campania Dott. Luca Cascone , al Direttore Generale Area Mobilità Regione Campania Dott. A. Marchiello , alla Commissione Nazionale di Garanzia Servizi Pubblici Essenziali Segreterie Regionali Napoli 08 .

Sul tavolo dell’incontro  numerose problematiche  sindacali , irrisolte da molto tempo, e l’ attivazione delle procedure di raffreddamento  per la Società CLP ex ACMS.

Queste le problematiche  alla base dell’incontro urgente  con gli Amministratori Prefettizi richiesto dalle sigle sindacali  : Organizzazione del lavoro – Mancato rispetto dell’accordo del 18 gennaio 2014 sulla bigliettazione-  Mancata assunzione di tutto il personale ex ACMS – Mancato pagamento delle ex Festività maturate e non usufruite nell’anno 2014 e  e nell’anno 2015 –  Turni di lavoro degli operatori di esercizio che non rispettano i dettami contrattuali e in vigore senza un preventivo confronto con le Rappresentanze Sindacali – Rotazione discriminante dei turni degli operatori di esercizio – Mancato confronto sulla Ciclicità dei turni di servizio degli Operatori di Esercizio.

A queste  problematiche vanno aggiunte  anche quelle  relative al  mancato rispetto dell’accordo dello scorso 28 gennaio, che ha annullato e revocato la procedura di licenziamento collettivo, in particolare riguardo la discriminazione sui criteri di riqualificazione, sia per gli Operatori di Esercizio che per gli Addetti alla Mobilità. “Inoltre – affermano i Segretari delle Sigle Sindacali –  ci risulta che alcuni lavoratori abbiano effettuato domanda volontaria di riqualificazione a Operatori di Esercizio, ma che le stesse non siano state prese in considerazione dall’azienda, a gli ordini di Servizio individuali che non sono rispettosi dell’accordo dello scorso 28 gennaio e di cui se ne richiede l’immediato ritiro, alla mancata erogazione a gennaio della “Una Tantum” così come previsto dal rinnovo del CCNL, come già elargito da tutte le aziende del TPL in Campania.

Per  tutti questi motivi, le organizzazioni sindacali  chiedono  un urgente confronto nei tempi contrattualmente previsti, attivando  le previste procedure di raffreddamento di cui alle vigenti norme e leggi in materia.

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *