Una pagina di “PARLAMI ANCORA” il libro che l’autrice Matilde Maisto (Editore Vozza) ha dedicato al marito Gianni Cacciapuoti, deceduto per il Covid.

17 MARZO 2021

Buongiorno Gianni, ormai è un mese esatto che te ne sei andato, ma dove sei? E’ vero che la tua essenza è sempre accanto a me? Io a volte percepisco la tua presenza, ho l’impressione che tu mi stringa la mano, ma poi mi ritrovo con un pugno di mosche! E’ dura Gianni senza di te, so che tante persone ci sono passate prima di me, comprendo che non sono la sola a cui è accaduto, ma non ci posso fare nulla la logica non corrisponde al mio cuore. Mi manchi troppo e molto spesso penso che la cosa migliore sarebbe se tu mi venissi a prendere per tenermi insieme a te, sempre mano nella mano! Tuttavia la vita mi chiama, mi costringe a vivere la quotidianità ed allora a più tardi Gianni, ora vado a fare il caffè, sento un vuoto alla bocca dello stomaco, ma ricordati sempre che ti voglio bene!

Sto cercando nel mio cuore tutto il coraggio possibile per vivere questa giornata, amore mio, oggi ricorre il Trigesimo della tua morte, della tua dipartita verso il “Cielo” e con questa ricorrenza vorrei darti, se ci riuscirò il mio ADDIO. Non vorrei più scrivere di te perché desidero che tu riposi in pace e che io mi convinca che, seppure con grandissimo dolore, devo accettare la tua completa assenza, nella speranza del tuo sereno ed eterno riposo.

Allora in Chiesa, dopo la Santa Messa, Don Sabatino mi ha permesso di leggerti una lettera che dice così:

“Carissimo Gianni, amore e compagno di tutta la mia vita, quante cose ho pensato di dirti in questo Trigesimo della tua dipartita da questa terra. Volevo sviscerare tutto il mio dolore, dirti quanto mi manchi e quanto io sia sconvolta per la tua assenza, ma come per un segno divino, sicuramente sei statgo tu a mandarmelo, mi è giunta tramite posta, una “Preghiera a Maria che scioglie i nodi” che dice così: “O Vergine Santissima, oggi vengo a te, mi prostro ai tuoi piedi e ti supplico prendi questo mio cuore e rimpilo del tuo amore, non abbandonarmi, dico a te oggi quello che i discepoli implorando dissero a Gesù: “si fa sera, resta con noi” così oggi supplicandoti dico a te: “Non lasciarmi prigioniera delle ombre della sera”. O Madre Santa ho appena perso mio marito, lo ha portato via il maledetto Covid e i tuoi figli stanno tutti vivendo un brutto momento: insorgono i venti delle tentazioni, il terremoto delle passioni, improvvise malattie orribili e tante altre avversità, a chi chiedere aiuto? Chi ci potrà aiutare a sciogliere tutti i nodi che sono nella nostra vita? O Maria ricorriamo a te. Tu sei la madre di Dio ed anche madre nostra, volgi il tuo sguardo di amore materno verso di noi, aiutaci a sciogliere tutti i nodi che il nemico ha messo sul cammino della nostra vita per renderci infelici. O madre Santa a causa di tutti questi nodi si è indebolita la mia fede e non riesco a trovare la strada giusta. Il mio cuore è talmente arido che niente più in questo mondo mi dà conforto. Il mio Gianni mi aiutava passo dopo passo, lui era una bravissima persona, voleva bene alla sua famiglia con un grandissimo attaccamento. Per lui c’eravamo solo noi: la moglie, i figli, la nuora e soprattutto la sua nipotina e, naturalmente i parenti tutti ed alcuni cari amici.

Era comunque una persona buona con tutte le persone che l’hanno conosciuto, sempre con il sorriso sulle labbra ed una parola gentile per tutti. Forse è proprio per questo motivo che ho ricevuto veramente migliaia di messaggi in suo onore: telefonate, telegrammi, messaggi social e quant’altro e non solo da Cancello ed Arnone, ma da tutte le persone che in qualche modo sono state in contatto con lui.

Questo, non vi nascondo, mi ha inorgoglita e se fosse stato possibile (ma io già lo conoscevo bene) mi ha ha dato la conferma dell’uomo meraviglioso che ho avuto la fortuna di sposare nel lontano 3 maggio 1975.

Ora, amore mio, con questa Santa Messa e con questa lettera di dico “addio”, ma non preoccuparti, cercherò di andare avanti, ma non ti dimenticherò mai, sarai nel mio cuore per sempre.

La terra ti sia lieve e gli angeli ti accompagnino in Paradiso nelle braccia di Dio!

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *