Uniti per Alife, successo nelle frazioni. Stasera confronto televisivo

ALIFE – Si è tenuto ieri sera, 4 giugno, il Comizio nella frazione San Michele. Neppure stavolta numerosi alifani si sono voluti perdere gli interventi dei candidati della lista Uniti per Alife arrivando così con le idee più chiare al prossimo 10 giugno. Ad intervenire i candidati Debora Zazzarino, Daniela Pece e Girolamo Conte.

Molti contenuti negli interventi. E’ stato necessario spiegare l’iter procedurale per tagliare una siepe perché qualche candidato avversario ancora fa fatica a capire come procedono certe cose basilari e dunque si ignora la necessità di far funzionare in primis la macchina amministrativa. E dunque gli interventi mirati in merito sono stati necessari per far capire ai cittadini di quali parole è bene fidarsi. Poi è stata fatta una lunga e dettagliata carrellata sulle cose fatte durante la breve vita dell’Amministrazione Cirioli e quante altre dovranno solo essere portate a termine. Una particolare attenzione sul percorso del Torano e sull’importanza del nostro patrimonio boschivo avrà l’attenzione che merita visto che per 20 anni ogni azione in merito è stata lettera morta.

Poi la parola è passata al candidato sindaco Salvatore Cirioli che ha, per forza di cose, dovuto rispondere a delle accuse rivolte alla lista “Uniti per Alife” dai candidati avversari.

C’è adesso attesa per la diretta delle ore 21:00 dell’emittente televisiva Media TV. Diretta che sarà trasmessa su un maxi schermo che i ragazzi dello staff di Uniti per Alife istalleranno nei pressi di piazzetta Vitelli. Diretta che si sarebbe dovuta fare con i 4 candidati sindaci a confronto anche se pare che 3 su 4 abbiano declinato l’invito. “Sono esterefatto, – ha dichiarato il candidato sindaco Cirioli – non so con quali presupposti si voglia diventare sindaci di Alife”.




 Adele Consola

Giornalista freelance

Ordine dei Giornalisti della Campania N. 144519

Tel. 327 9545821

Mail adeleconsola2@gmail.com

0 Comments

No comments!

There are no comments yet, but you can be first to comment this article.

Leave reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *